Sanremo 2020, Claudio Baglioni potrebbe tornare per la terza volta

E’ pieno toto-Sanremo 2020, ad un mese dalla chiusura dell’ultima edizione. La presentazione guidata da Claudio Baglioni, Claudio  Bisio e Virginia Raffaele non ha convinto in molti, e il pubblico sembra chiedere una qualche forma di cambiamento per la prossima incarnazione del festival. Nelle ultime settimane si succedute numerose ipotesi al riguardo: tutte rivolte in qualche modo al glorioso passato recente della kermesse. Ecco allora rilanciare le eventualità di un ritorno di Carlo Conti, come uno di Amadeus. Il primo aveva affrontato la questione rimandando al mittente la scelta (e richiedendo implicitamente la guida della direzione artistica); il secondo parrebbe un’eventualità più probabile, con molti pronti a scommettere che Amadeus accetterebbe la condizione di Sanremo 2020 anche in coppia con lo stesso Conti, magari riservandogli il ruolo di Direttore Artistico tanto agognato.

Carlo Conti, Amadeus e ora anche Claudio  Baglioni: si fa dura la corsa per la conduzione di  Sanremo 2020

Una nuova eventualità è però emersa nelle ultime ore, per quanto riguarda la guida artistica e televisiva del prossimo Sanremo 2020. Nonostante un’ultimo anno più ricco di polemiche che di successi, l’ipotesi di confermare per una terza volta Claudio Baglioni starebbe prendendo sempre più piede. Secondo quanto intercettato dall’Ansa, il cantautore sarebbe stato invitato personalmente negli uffici di  Viale Mazzini, allo scopo di valutare i bilanci dell’appena conclusa edizione. Per l’occasione si sarebbe parlato dei possibili progetti futuri: e a quanto pare, Baglioni  non avrebbe disdegnato l’ipotesi di tornare a Rai 1 per la terza volta. Lo stesso dirigente Fabrizio Salini aveva precedentemente espresso la volontà di cercare un  compromesso per avviare una terza collaborazione. Chissà che Sanremo 2020 non rappresenti proprio questa occasione per entrambe le parti.

Le chance di vedere Amadeus e Carlo Conti a Sanremo 2020

Sanremo 2020: la coppia formata da Amadeus e Carlo Conti sembra diretta verso il sì. La disponibilità di Amadeus non è in dubbio. Lui stesso ha ammesso che condurrebbe il Festival con piacere, anche perché si tratta di un sogno che non ha ancora mai realizzato. Certamente la kermesse della musica italiana per eccellenza è un traguardo importante, una pietra miliare nella carriera di un presentatore. Facile quindi immaginare che Amadeus non vedrebbe l’ora di accettare la sfida e calcare il palco dell’Ariston.

Per Carlo Conti però il discorso è ben diverso. Lui su quel palco ci è salito già 3 volte e ogni anno gli ascolti gli hanno dato ragione. Proprio questo sarebbe alla base della sua reticenza: ha paura di offuscare il bel ricordo lasciato a Sanremo. Se la sua partecipazione all’edizione del 2020 sembrava lontanissima, l’idea è tornata in auge con una piccola variante: Conti potrebbe occuparsi della direzione artistica.

La soluzione Carlo Conti direttore artistico e Amadeus conduttore farebbe tutti contenti. Il primo potrebbe occuparsi delle canzoni in gara, del regolamento, degli ospiti e di tutto il resto. Ad Amadeus non resterebbe che collaborare e fare da frontman, anche perché la preparazione e la parlantina non gli mancano di certo. La collaborazione tra i due è già stata testata (con successo) a Ora o mai piùChe ‘la coppia’ sia pronta a bissare? Per il pubblico apparirebbe certamente come una bella notizia.

Carlo Conti ed Amadeus sono tra i volti più amati della tv italiana e il 70° Festival della canzone italiana partirebbe sotto i migliori auspici. L’ipotesi sta prendendo corpo e alcune dichiarazioni rilasciate da Conti al Corriere della Sera hanno finito con lo stuzzicare la fantasia del pubblico. Ovviamente è ancora presto per cercare delle certezze: mancano 11 mesi al Festival, quindi c’è ancora tanto tempo per fare illazioni e ragionarci un po’ su.

 

Comments

commenti