Gf 13, Francesca ‘Chicca’ Rocco: “Chi parla male di me forse non ha di meglio da fare…”

Francesca Rocco – soprannominata semplicemente Chicca – ha partecipato alla tredicesima edizione del Grande Fratello perché “voleva una grande svolta nel suo stile di vita”. Questo cambiamento sicuramente c’è stato. La trentenne di Legnano è arrivata ad un pelo dalla vittoria (classificandosi seconda dietro Mirco Petrilli), ma la sua sfida l’ha vinta lo stesso. Ha un folto gruppo di sostenitori (la sua pagina ufficiale su Facebook conta oltre centoventimila fan) che non l’abbandona mai e poi ha trovato l’anima gemella: il riccioluto veronese Giovanni Masiero.

E pensare che prima di entrare nella Casa più spiata d’Italia Francesca ha dichiarato di non essere alla ricerca di legami: poi però Giovanni l’ha travolta completamente. Chicca si definisce estroversa e chiacchierona, ma quando parla di lui diventa un vero e proprio fiume in piena. Impossibile fermarla. La sua voce cambia ed i suoi occhi si illuminano. “Grazie a lei ho sconfitto tutte le mie paure. Non sono mai stato così innamorato”, ha dichiarato il ragazzo attraverso un’intervista a Velvet Gossip. Entrambi stanno vivendo un momento davvero magico. Il loro – alla faccia di chi ha sempre sostenuto il contrario – è un amore vero e lo stanno dimostrando ogni giorno che passa.

Invalid Displayed Gallery

Come descriveresti l’esperienza del Gf?
Indimenticabile ed unica! E’ stata davvero positiva e porto dentro solo ricordi belli. Di brutti non ne ho, a parte qualche legame che non sono riuscita ad instaurare per delle incomprensioni.

Perché la maggior parte dei concorrenti ti criticava?
Questione di invidia. Hanno capito subito di avere davanti un personaggio forte. Poi hanno visto che gli attacchi non mi facevano né caldo né freddo e questo ha sicuramente dato loro fastidio. Fortunatamente non sono mai caduta. Sono stata sempre felice e sorridente.

Quindi sei rimasta in contatto con pochi ragazzi?
Samba (Ndiaye, leggi l’intervista di Velvet Gossip, ndr), i fratelli Papillon (Giuseppe ed Armando Armenise, ndr) e Modì (Modestina Cicero, ndr). Con gli altri però non ho chiuso completamente i rapporti. Sinceramente non c’è stato proprio modo di sentirci.

Secondo te Mirco ha meritato la vittoria?
Certamente! E’ stato vero e sincero. Lo considero un po’ la mia versione al maschile, perché in Casa si è divertito molto… Esattamente come me!

E cosa pensi delle altre coppie che si sono formate (Diletta Di Tanno-Roberto Ruberti ed Angela Viviani-Fabio Pellegrini, ndr)?
Nulla contro di loro. Ho un pensiero assolutamente positivo. Ogni coppia ha vissuto la storia a modo suo ed io non sono nessuno per giudicare gli altri.

Loro però l’hanno fatto spesso…
Se parlavano di me, evidentemente avevano poche cose interessanti da fare. Io ero troppo impegnata con Giovanni e non avevo proprio il tempo di pensare agli altri.

Cosa ti ha conquistato di Giovanni?
Tutto! Mi piacciono i suoi occhi, il suo modo di guardarmi, di fare… Insomma, anche il mignolo del piede! Sono innamorata davvero di ogni minimo particolare. Colpita e affondata!

Invalid Displayed Gallery

Nessun difetto?
Ovviamente sì! Non vorrei mai un uomo senza difetti. L’uomo perfetto non mi piace anche perché qualche discussione ogni tanto fa bene al rapporto. Per me in una storia ci sono tre regole fondamentali: iniziare la giornata con una buona colazione, fare bene l’amore e parlare davvero tanto. Non bisogna mai tenersi le cose dentro perché questo peggiora la situazione. Con il proprio partner bisogna essere prima di tutto amici e quindi confidarsi sempre. Qualsiasi problema va risolto confrontandosi.

Quando hai capito di esserti innamorata di lui?
Beh, non c’è stato un momento preciso. E’ un sentimento che è cresciuto piano piano col passare dei giorni. Sicuramente dopo l’uscita dal reality la situazione è migliorata perché ora ci sentiamo meno osservati. Quando sto con lui vivo praticamente su un altro pianeta!

Non sei gelosa delle fan?
Pochissimo, perché sono sicura del suo amore. In ogni caso i nostri sostenitori sono davvero meravigliosi. Ci hanno anche soprannominato i Nini, in onore alla mia canzone preferita (Semplice di Gianni Togni, ndr), visto che la cantavo sempre in Casa. E’ diventato un vero e proprio tormentone.

La cosa più pazza che hanno fatto per voi?
Io mi considero fuori di testa, ma a volte alcuni lo sono più di me! Una volta un ragazzo è partito addirittura dal Galles per vederci. C’è un sacco di gente che viene da ogni parte dell’Italia per stare con noi anche solo cinque minuti. E’ davvero bello. E poi ci scrivono un sacco di lettere. Quando posso rispondo a tutti e magari se sono persone anche con problemi seri ci tengo a chiamarle per sentire come stanno o per fare loro gli auguri di compleanno.

In un’altra intervista invece tu e Giovanni avete ammesso di aver fatto sesso in Casa
Se per questo dicono anche che sono incinta! E se un giorno ci troviamo in due posti diversi scrivono che siamo in crisi! La nostra storia durante i giorni di reclusione è stata assolutamente pulita. Ci siamo riscoperti dopo.

Hai abbandonato l’idea di avere un figlio da Giovanni?
Ma quando mai! Ho solo capito che bisogna aspettare, quindi prima vogliamo sistemarci ed andare a convivere, poi piano piano pensare ad un bambino. Fortunatamente ora anche Giovanni condivide con me questo desiderio.

Tra lavoro e famiglia cosa sceglieresti?
Mollerei tutto per stare a casa con i bambini! Non sarebbe nemmeno una scelta forzata perché mi verrebbe naturale. Anche se sono una persona che non ama stare ferma. Mi do sempre da fare, quindi riuscirei a conciliare entrambe le cose.

E se ti proponessero di fare un calendario?
Risponderei: “Ma siete proprio sicuri?”. Sarebbe una bella botta di autostima. Diciamocelo chiaramente… Non ho una quarta di seno! Comunque se fosse un progetto carino, sexy e non volgare, accetterei volentieri.

L’estate dove la passerai?
Al momento per alcuni impegni io e Giovanni dovremo stare separati, poi passeremo qualche giorno in Sardegna. Per il resto dell’estate non sappiamo ancora dove andremo. Probabilmente a Parigi, ma comunque ci stiamo organizzando in questi giorni. Inoltre ci sono alcune proposte lavorative, ma al momento meglio non dire nulla per scaramanzia.

Non possiamo non parlare di Leonardo Tumiotto: hai letto qualcosa in Rete che vorresti smentire?
Nel bene o nel male basta che se ne parli! Sono di questa idea. Non voglio smentire niente perché non devo giustificarmi con nessuno. Vado avanti per la mia strada senza pensare ai giudizi degli altri.

Foto by Facebook

Comments

commenti