Sanremo 2020: la coppia Amadeus – Carlo Conti verso il sì?

Sanremo 2020: la coppia formata da Amadeus e Carlo Conti sembra diretta verso il sì. La disponibilità di Amadeus non è in dubbio. Lui stesso ha ammesso che condurrebbe il Festival con piacere, anche perché si tratta di un sogno che non ha ancora mai realizzato. Certamente la kermesse della musica italiana per eccellenza è un traguardo importante, una pietra miliare nella carriera di un presentatore. Facile quindi immaginare che Amadeus non vedrebbe l’ora di accettare la sfida e calcare il palco dell’Ariston. Per Carlo Conti però il discorso è ben diverso. Lui su quel palco ci è salito già 3 volte e ogni anno gli ascolti gli hanno dato ragione. Proprio questo sarebbe alla base della sua reticenza: ha paura di offuscare il bel ricordo lasciato a Sanremo. Se la sua partecipazione all’edizione del 2020 sembrava lontanissima, l’idea è tornata in auge con una piccola variante: Conti potrebbe occuparsi della direzione artistica.

Sanremo 2020: Carlo Conti direttore artistico e Amadeus conduttore?

La soluzione Carlo Conti direttore artistico e Amadeus conduttore farebbe tutti contenti. Il primo potrebbe occuparsi delle canzoni in gara, del regolamento, degli ospiti e di tutto il resto. Ad Amadeus non resterebbe che collaborare e fare da frontman, anche perché la preparazione e la parlantina non gli mancano di certo. La collaborazione tra i due è già stata testata (con successo) a Ora o mai più. Che ‘la coppia’ sia pronta a bissare? Per il pubblico apparirebbe certamente come una bella notizia. Carlo Conti ed Amadeus sono tra i volti più amati della tv italiana e il 70° Festival della canzone italiana partirebbe sotto i migliori auspici. L’ipotesi sta prendendo corpo e alcune dichiarazioni rilasciate da Conti al Corriere della Sera hanno finito con lo stuzzicare la fantasia del pubblico. Ovviamente è ancora presto per cercare delle certezze: mancano 11 mesi al Festival, quindi c’è ancora tanto tempo per fare illazioni e ragionarci un po’ su.

Carlo Conti e il suo rapporto con il Festival

Nella sopracitata intervista al Corriere della Sera, all’esplicita richiesta di tornare a condurre il Festival, Carlo Conti ha risposto: “Ne ho già fatti tre, uno più forte dell’altro a livello di ascolti. Mi sono anche tolto diverse soddisfazioni musicali. Non ho fretta di tornare a Sanremo, lascio che le cose accadano”. Al momento la situazione sembra ferma ma al tempo stesso non esclusa del tutto. Nel momento in cui la proposta dovesse arrivare, difficilmente Conti saprebbe tirarsi indietro. Di certo, la massima fiducia della Rai sarebbe un punto a favore: “Per imbarcarti in Sanremo devi sentire la fiducia di tutta quanta l’azienda riposta su di te”, ha spiegato il presentatore toscano. “Importante poi non è tanto la conduzione quanto la direzione artistica, l’organizzazione di tutto quanto. Il poter scegliere le canzoni, gli ospiti, il regolamento… Ma ora la priorità è rinnovare il contratto che scade a giugno”, ha concluso. Insomma, la strada appare già più spianata. Volendo, la Rai saprebbe quali tasti pigiare per far cedere Carlo Conti. Resta da capire che strada vorrà intraprendere la rete di Stato.

Photo credits Facebook

Comments

commenti