Uomini e Donne

Uomini e Donne, Monica Cirinnà loda Maria De Filippi per la tronista transgender

Dopo oltre vent'anni, il dating show sarebbe arrivato ad una svolta storica, attirando le attenzioni della politica italiana

A partire da settembre, su Canale 5 ritornerà l’appuntamento pomeridiano di Uomini e Donne. Il dating show di Maria De Filippi è tra le trasmissioni di punta della rete del Biscione e, dopo oltre vent’anni di messa in onda, pare sia pronto ad una svolta storica. Sembrerebbe infatti che conduttrice abbia scelto per le prossime puntate la prima tronista transgender. Non è la prima che il programma si apre al mondo LGBTQI+. Già in occasione dell’approvazione delle Unioni Civili, infatti, Maria De Filippi aveva istituito il primo Trono Gay.

Ora, in virtù del rinvio del ddl Zan a settembre, la ‘Signora di Canale 5’ ha scelto di lanciare un messaggio importante. Un messaggio che ha attirato le attenzioni della politica italiana, in particolar modo della senatrice Monica Cirinnà. L’esponente politica del PD ha scelto di mostrare tutto il suo supporto allo storico volto di Uomini e Donne, a seguito dell’iniziativa.

Uomini e Donne, Maria De Filippi mette tutti a tacere, Monica Cirinnà: “Accolgo con grande felicità la notizia”

Stando a voci sempre più consistenti, pare che a salire sul trono di Uomini e Donne sarà la modella e attivista per i diritti LGBTQI+ Nicole Scavuzzo. Anzi, la conferma arriverebbe dalla diretta interessata, che sul proprio profilo Twitter avrebbe affermato: “Non vedo l’ora!” Insomma, la decisione sarebbe dunque presa, tant’è che la senatrice Monica Cirinnà ha fatto sentire la sua voce in merito alla questione, attraverso i propri canali social.

Accolgo con grande felicità la notizia che, da quanto si apprende da molte testate, nella prossima stagione, Uomini e Donne avrà come nuova tronista una ragazza in transizione M to F. A chi pensa che l’intrattenimento televisivo sia una cosa “leggera”, Maria De Filippi aveva già risposto con i fatti nel 2016, quando dopo l’approvazione delle Unioni Civili, inaugurò il primo trono gay portando in milioni di case quotidianamente ogni pomeriggio la normalità dell’amore tra due persone dello stesso sesso.” – così si è espressa, accogliendo la decisione. D’altronde, la senatrice è da sempre schierata in prima linea in materia di diritti LGBT e, dal canto suo, ciò potrà servire a promuovere un’apertura maggiore.

LEGGI ANCHE:X Factor, diffuso il teaser che annuncia la prossima edizione dal 16 settembre

Privacy