Curiosità

Franco 126: vero nome, vita privata e curiosità sul cantautore romano

Un ragazzo come tanti capace di descrivere la realtà in cui vive attraverso la musica

Tra i fenomeni musicali di maggior successo degli ultimi anni è inevitabile nominare “Polaroid”. Ci riferiamo ovviamente all’album pubblicato ormai più di quattro anni fa da un inedito duo di artisti romani fino a quel momento quasi sconosciuti, cioè Carl Brave e Franco 126. Se il primo è riuscito immediatamente a guadagnare le luci della ribalta grazie ad un prosieguo artistico volto più verso il pop, il secondo ha invece optato per strizzare l’occhio alla musica cantautoriale. Oggi vogliamo scoprire qualche curiosità interessante proprio su di lui.

Parlando di Franco 126 in effetti il primo dubbio che può sorgere è certamente quello relativo al suo nome. Anzitutto il numero che è incluso nel suo nickname: 126 è un omaggio agli scalini della Scalea del Tamburino di Trastevere. Proprio qui Franco e tutti i suoi amici che fanno parte della crew Lovegang erano soliti incontrarsi durante gli anni dell’adolescenza. Il suo nome all’anagrafe è Federico Bertolini, è nato a Roma il 4 luglio del 1992 e all’università ha studiato alla facoltà di Scienze Politiche. 

Franco 126 si ispira a Califano

Come anticipato, dopo il successo clamoroso ottenuto al fianco del suo collega ed amico Carl Brave, Franco 126 ha scelto di attendere oltre 2 anni per effettuare la release del suo primo album da solista. Questo si intitola “Stanza Singola”, ed è stato pubblicato nel 2019. Al suo interno troviamo collaborazioni d’eccezione come quella presente nella title track con Tommaso Paradiso.

Recentemente Franco 126 ha pubblicato il suo secondo album, ossia “Multisala”, da cui il primo singolo estratto è Blue Jeans (feat Calcutta). Legato a quest’ultimo LP peraltro sta per partire il “Multisala Premiere Tour“, che vedrà il giovane cantautore protagonista per tutta l’estate in giro per la penisola italiana.

Soprannominato dai suoi più grandi amici “Paperoga”, Franco 126 è davvero un ragazzo come tanti. A differenziarlo dai suoi coetanei c’è sicuramente una spiccata passione per la musica cantautoriale (Franco Califano, Francesco De Gregori e Lucio Dalla su tutti) ed un estremo bisogno di sfogare le proprie sensazioni nei testi che è capace di scrivere. Sulla sua vita privata non sappiamo nulla: parliamo di un ragazzo alquanto riservato.

 

LEGGI ANCHE: Freddie Mercury e l’amore per i gatti: ecco gli album e le canzoni dedicate a loro

Privacy