Chicche di Velvet

“Bentornato Presidente!” con Claudio Bisio: curiosità sul film

L'attore tornerà a farci divertire nei panni di Giuseppe Garibaldi

Torna stasera, in prima serata, su Canale 5 il film con Claudio Bisio, “Bentornato presidente!”, di Giancarlo Fontana e Giuseppe Stasi. Protagonista è il personaggio Giuseppe Garibaldi, il bibliotecario che nel prequel  “Benvenuto Presidente!” del 2013, era diventato Capo dello Stato.

“Bentornato presidente!” con Claudio Bisio: la trama e curiosità

Claudio Bisio interpreta Giuseppe Garibaldi, il bibliotecario che otto anni prima era stato eletto Presidente della Repubblica, per un’esperienza breve, ma intensa, al Colle. Giuseppe Garibaldi, adesso, vive una vita tranquilla in montagna con Janis, sua moglie, e la piccola Guevara, lontano da tutto e da tutti. Il protagonista è adesso felice, preferisce di gran lunga questa vita rispetto a quando si trovava in politica. Alla moglie, invece, questo cambiamento la disturba ed è sempre più insofferente a questa vita troppo tranquilla.

La cosa peggiore è che Janis non riconosce più in Giuseppe l’uomo appassionato, che voleva cambiare l’Italia, e di cui si era innamorata. Per cui la donna decide di lasciarlo. Sarà questa mossa a cambiare la situazione e a far aprire gli occhi a Claudio Bisio nei panni di Giuseppe Garibaldi. Per Peppino tornare alla politica sarà l’occasione per riconquistare la donna della sua vita. Così, il protagonista torna al Quirinale e proverà un’altra volta a impegnarsi per l’Italia e per riavere sua moglie.

Ecco qualche curiosità sul film con Claudio Bisio, “Bentornato Presidente!”, che forse non conoscevi. Prima di tutto, la pellicola è il sequel del film “Benvenuto Presidente!” (2013), in cui lo stesso Bisio interpreta il personaggio di Peppino Garibaldi. Questo film è stato diretto da Riccardo Milano. La moglie del protagonista, Janis, era interpretata da Kasia Smutniak, poi, per il secondo capitolo, lo stesso personaggio è stato sostituito da Sarah Felberbaum. Tra le location in cui sono state girate le scene del film c’è Torino, altre zone del Piemonte, Palazzo Carignano e Montecitorio.

LEGGI ANCHE: Andrea Zenga e Rosalinda Cannavò si sposano? La coppia rompe il silenzio

Privacy