Chicche di Velvet

La storia del successo del tailleur Chanel: tutta la storia

Realizzato in tweed, il tailleur voluto da Coco Chanel fu un successo

Uno degli outfit più eleganti che oggi conosciamo (e utilizziamo) è il tailleur, un completo che rientra nell’abbigliamento femminile il cui utilizzo è diventato ordinario grazie anche a Coco Chanel. La fondatrice dell’omonima casa di moda, negli anni ’50, diede un nuovo significato a questa tipologia di abbigliamento, rendendolo più comodo e maggiormente utilizzabile.

Le origini del tailleur risalgono al 1885: pare che il primo fu confezionato dal sarto John Redfern per la principessa del Galles. Composto in genere da giacca e pantalone (ma anche gonna), il tailleur ottenne una nuova connotazione quando catturò l’interesse di Mademoiselle Chanel. Interessata a rendere l’abbigliamento femminile bello ma anche comodo, e quindi utilizzabile per le donne, Coco lanciò il suo primo tailleur nel secondo dopoguerra. Erano gli anni ’50 e la celebre stilista francese voleva realizzare un capo che fosse elegante ma al tempo stesso funzionale.

La storia del tailleur di Coco Chanel

Tailleur Chanel

La versione del tailleur di Chanel che è entrato di diritto nella storia della moda è quello realizzato in tweed. La casa di moda sperimentò diverse stoffe, ma quella vincente fu proprio il tweed, un tessuto molto comodo e morbido che catturò l’attenzione di Mademoiselle e che celava in sé il segreto del capo perfetto.

Il primo tailleur presentato da Chanel era composto da tre pezzi: una giacca con bottoni dorati e tasche piatte, una gonna lunga ad altezza ginocchio e una camicia. Tante sono le icone della moda che hanno indossato il tailleur negli anni a venire. Basti pensare a Jackie Kennedy, che optò per un tailleur rosa il giorno in cui suo marito fu assassinato.

Ma non solo Chanel. L’evoluzione del tailleur è dovuta anche a Christian Dior, che nel 1947 presentò al mondo il suo tailleur Bar. Fu lanciato in occasione della collezione Corolle (conosciuta come New Look) e sin da subito catturò l’attenzione perché presentava una giacca stretta sui fianchi e una gonna a ruota.

LEGGI ANCHE: L’amore smisurato di Grace Kelly per i cerchietti

Cristina Migliaccio

Moda, Lifestyle & Glamour

Nata ad Ischia, ha studiato a Salerno dove ora vive Editoria e pubblicistica. Ha vissuto quattro anni a Roma diventando giornalista pubblicista.
Appassionata di libri e di tutte le dinamiche dell'intrattenimento televisivo, soprattutto riguardo le serie TV. Si occupa di Moda, analizzando nel dettaglio i red carpet e le tendenze. Sul blog www.velvetgossip.it di VelvetMAG è curatrice di curiosità ignote ai più.

Privacy