Sandra Milo da Conte, ma cosa si sono detti? “Ero emozionata, lui…”

Sandra Milo ha deciso di incatenarsi davanti Palazzo Chigi in protesta a causa della situazione delicatissima che l’Italia sta affrontando, in rappresentanza dei lavoratori autonomi e degli artisti. Alla fine il premier Giuseppe Conte l’ha ricevuta: ecco cosa si sono detti.

Sandra Milo incatenata a Palazzo Chigi

Già da settimane Sandra Milo aveva iniziato una protesta a favore dei lavoratori autonomi e delle partite IVA, ma soprattutto della sua categoria, ovvero quella degli artisti del mondo dello spettacolo.

Nella giornata del 27 maggio, però, l’attrice ha scelto di compiere un gesto di forte impatto: incatenarsi di fronte Palazzo Chigi. Ai microfoni di Pomeriggio Cinque, Sandra Milo ha spigato:

Sono qui a sostegno di un’Italia disperata, un’Italia che ha voglia di ricominciare e di rimettersi in piedi, di essere come è sempre stata: il più bel paese del mondo. Abbiamo delle necessità davvero impellenti, ogni categoria ha dei consigli da dare sui provvedimenti presi dal Governo. Vorrei che ci ascoltasse e tenesse conto dei nostri suggerimenti.

Cosa le ha detto Giuseppe Conte?

La notizia di Sandra Milo incatenata di fronte Palazzo Chigi ha ben presto fatto il giro del web, attirando forte attenzione mediatica. Anche il premier Giuseppe Conte non l’ha ignorato e ha invitato la nota attrice a raggiungerlo per un breve incontro e per parlarle in privato. Ma cosa si sono detti? Una volta terminato l’incontro lei ha raccontato:

Con Conte è andata bene. Ha detto che farà di tutto per aiutare le persone. Io ero molto emozionata, lui invece era sereno, è una persona di grande comprensione, ha un lato molto umano. Mi ha detto che oggi è un giorno importante perché l’Unione Europea darà un numero enorme di risorse. Sono sicura che manterrà le promesse.

LEGGI ANCHE: Era Sandy Cohen in The O. C. oggi ha 64 anni: lo riconoscete? [FOTO]