Claudio Baglioni “bandito” dalla diocesi: è polemica

Claudio Baglioni e le sue canzoni sarebbero state “bandite” da parte di una diocesi: una decisione che ha scatenato la bufera sul web. Ecco cosa è successo.

Claudio Baglioni, la bufera per la diocesi: ecco cosa è successo

Claudio Baglioni, classe 1951, è una delle voci più apprezzate della musica italiana. Con alcuni successi famosissimi, quali Questo piccolo grande amore, E tu, Strada Facendo, e molti altri, si è affermato come uno dei cantautori più apprezzati della storia della musica italiana.

Di successo anche i suoi due Festival di Sanremo, che ha portato avanti assumendo il duplice ruolo di presentatore e direttore artistico. Il suo successo non conosce confini, se non quelli di una diocesi, che ha recentemente deciso di bandirlo. Ecco cosa è successo.

La dura decisione della diocesi di Nardò

Sta facendo molto scalpore sul web la decisione presa dalla diocesi di Nardò riguardo alle canzoni di Claudio Baglioni. I fatti accaduti a Nardò, in provincia di Lecce, sono stati riportati dalla Gazzetta del Mezzogiorno.  Il direttore dell’ Ufficio Liturgico della diocesi di Nardò avrebbe indirizzato un messaggio a tutti i parroci, in cui dichiarava il divieto di eseguire il brano “Dolce Sentire” di Claudio Baglioni, tra le canzoni scelte per i matrimoni.

La scelta deriva dal fatto che la diocesi non riterrebbe la canzone adatta alla liturgia, per i quali esistono appositi brani. Gli sposi che si apprestano a dire il fatidico sì in una delle città della diocesi, dunque, dovranno rinunciare a Claudio Baglioni, che potranno inserire in alte parti del loro matrimonio. Sul web la notizia ha fatto subito molto scalpore, scatenando il dissenso degli utenti.

Il cantante non ha commentato la notizia, ma la diocesi non sembra intenzionata a cambiar idea.

LEGGI ANCHE: Avete mai visto Sofia di Svezia? Ecco la rivale di Kate Middleton [FOTO]

Loading...
Загрузка...