Lutto per Geri Halliwell: l’ex Spice Girls ha perso il fratello Max

Ancora ignote al momento le cause del decesso. L'uomo aveva solo 54 anni

Nella vita della cantante qualcosa si è spezzato. Poche ore fa Geri Halliwell ha perso il fratello Max. Un uomo che amava teneramente e che l’ha lasciata improvvisamente spezzandole il cuore. Stando a quanto riportano le fonti della stampa britannica, Max, una settimana fa, colto da una brusca perdita di sensi nella sua casa dell’Hertfordship, era stato ricoverato e d’urgenza trasportato in terapia intensiva. Con lui era presente la moglie. Purtroppo, ieri 23 novembre, Max Halliwell è morto all’età di 54 anni.

A quanto pare, il decesso non è considerato come un caso sospetto. Sarà dunque il coroner a stabilire le cause della morte del fratello di Geri Halliwell. La cantante avrebbe appreso la tragica notizia attraverso un comunicato stampa che parlava delle condizioni di salute dell’uomo. Una fonte vicina alla Halliwell, avrebbe inoltre dichiarato che l’accaduto ha devastato l’artista e che è completamente distrutta, aggiungendo: “In questo momento si stanno radunando tutti insieme, ma lei sa a malapena cosa dire o pensare.

Geri e Max: la notizia sul profilo Twitter del The Sun

Il rapporto tra i due Halliwell si basava su una forte complicità, tant’è che la cantante si sarebbe confidata proprio con il fratello Max nel periodo difficile in cui, Geri, aveva deciso di abbandonare il percorso con le Spice Girls nel periodo in cui la band tutta al femminile viveva sull’apice del successo. E oggi, è il profilo ufficiale del quotidiano The Sun a pubblicare la tragica notizia. Sui social della cantante invece, tutto tace in un silenzio che purtroppo racconta la profonda sofferenza dell’artista britannica.

Max Halliwell era laureato in Scienze all’Università di Nottingham. Negli anni aveva deciso di portare avanti l’attività di presidente della Heat Pump Association e il ruolo di Communications Manager per la Mitsubishi Electric Living Environmental Systems UK dal settembre del 2018.

LEGGI ANCHE: Lino Guanciale testimonial della lotta alla violenza contro le donne

Exit mobile version