Cose da VipVestiti da VIP

Tom Ford riacquista un abito che aveva disegnato per Yves Saint Laurent

Lo stilista cerca di essere sempre più sostenibile e ha raccontato di essere rientrato in possesso di una creazione realizzata tempo addietro per 90mila dollari

Certi amori non si dimenticano e alcuni lavori hanno la stessa importanza di una relazione. Per Tom Ford, un capo realizzato tanto tempo fa, quand’era direttore creativo di Yves Saint Laurent, ad oggi ha il valore di 90mila dollari. È questo il prezzo che lo stilista ha versato per tornare in possesso di una creazione che aveva preso vita tanto tempo prima, in un’altra casa di moda che era sotto la sua direzione artistica. A raccontarlo è stato proprio Tom Ford, durante un’intervista con The Guardian. La sua idea di moda di lusso è quella sostenibile per natura. Non a caso, ha svelato di aver sborsato 90mila dollari per un abito da aggiungere al suo archivio. “I vestiti che produciamo non sono fatti per essere gettati via“.

Tom Ford riacquista un abito realizzato per Yves Saint Laurent

Il tema della sostenibilità sta molto a cuore ai marchi d’alta moda. Le maison stanno cercando di fare il possibile per rendere uno dei settori più inquinanti al mondo eco-friendly. E Tom Ford è dell’idea che nessuna di queste creazioni debba essere sprecata, per questo ha voluto riacquistare un suo articolo che risale al periodo 1999/2004, anni in cui ha lavorato come direttore creativo per Yves Saint Laurent. “Quando qualcosa è realizzato in modo bello e consapevole, ed è di altissima qualità, non è destinato ad essere gettato o destinato a una discarica. Ma ad essere riutilizzato dal suo attuale proprietario e diventare moda vintage, da riutilizzare il più a lungo possibile“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da TOM FORD (@tomford)


Tom Ford è lo stesso stilista che nel 2017 è stato premiato ai Green Carpet Fashion Award, per cui non stupisce il suo interesse nei confronti di una moda sempre più sostenibile. In merito al futuro del suo settore, e soprattutto alla digitalizzazione del fashion system, lo stilista ha spiegato: “Il futuro della moda è sempre più da cartone animato. Instagram ha infranto le regole. Le persone si travestono per farsi foto da postare online, è tutto esagerato“.

LEGGI ANCHE: Lady Diana, il revenge dress inserito anche in ‘The Crown 5’

Cristina Migliaccio

Moda, Lifestyle & Glamour

Nata ad Ischia, ha studiato a Salerno dove ora vive Editoria e pubblicistica. Ha vissuto quattro anni a Roma diventando giornalista pubblicista.
Appassionata di libri e di tutte le dinamiche dell'intrattenimento televisivo, soprattutto riguardo le serie TV. Si occupa di Moda, analizzando nel dettaglio i red carpet e le tendenze. Sul blog www.velvetgossip.it di VelvetMAG è curatrice di curiosità ignote ai più.

Privacy