Parole, parole, parole...Primo Piano

“Le Iene”, Rocío Muñoz Morales e il toccante ‘assolo’ che ha toccato l’anima [VIDEO]

Protagonista della seconda puntata dello show di Italia 1, l'attrice e ballerina ha indossato l'outfit da iena incalzando un monologo incentrato sul razzismo

Elegante, decisa e sguardo fiero. Rocío Muñoz Morales è stata la seconda co-conduttrice (per una sera) della nuova edizione de Le Iene insieme a Nicola Savino e alla Gialappa’s Band nel suo classico completo scuro che da sempre caratterizza i protagonisti dello show. Dopo Elodie è stato il turno della compagna di Raoul Bova ad apparire sul palco del programma. Una prima volta che aspettava da tanto tempo: “Sono davvero emozionata di entrare in questa squadra meravigliosa, anche se per una sola sera. Sarò sinceramente me stessa e farò di tutto per divertirmi e mettermi in gioco”; aveva dichiarato di recente parlando di questo piccolo sogno che è andato in onda in prima serata proprio ieri sera 12 ottobre.

Ma oltre al cambio d’abito che ha sfoggiato Rocío nel corso della puntata, entrando in scena con un vestito nero e piumato, con tanto di tacco vertiginoso, l’attrice, che ha sempre ammirato la leggerezza e la professionalità con la quale la trasmissione ha fatto conoscere storie di ingiustizie ai danni dei più deboli; ed è stato proprio il suo monologo ad accendere un faro su un problema sociale quale è il razzismo.

La iena della seconda serata: Rocío e il discorso d’apertura [VIDEO]

In un breve discorso rivolto dritto in camera, Rocío Muñoz Morales ha voluto toccare il tema del razzismo. Proprio lei, straniera, proveniente dalla Spagna, ha raggiunto tanti anni fa l’Italia provando sulla sua pelle il peso del pregiudizio sgradevole: “[…]“ Quando sono arrivata potevo leggere il vostro pensiero: Rocio, spagnola, ballerina. Quindi caliente. Eh no, io sono cerebrale e perfezionista. Caliente per niente. Che poi dicono caliente ma vogliono dire mign***a. Io cerco di insegnare alle mie figlie, Luna e Alma, che nessuno vale più di qualcun altro. Devono sentirsi orgogliose di essere italiane, come oggi mi sento anche io, perché siamo tutti uguali. Parole toccanti, profonde che hanno attraversato il piccolo schermo e raggiunto i social condividendone le clip del breve discorso-testimonianza che, con autentica chiarezza ha affrontato Rocío.

 

View this post on Instagram

 

Un post condiviso da Le Iene (@redazioneiene)


LEGGI ANCHE: Can Yaman per “Viola come il mare”: “Accoglienza calorosa” [VIDEO]

Privacy