Il principe Andrea voleva diventare reggente sfruttando “l’impopolarità del principe Carlo”

I rapporti tra i due fratelli non sono mai stati ottimi come racconta il biografo Nigel Cawthorne

Una parte consistente degli inglesi preferirebbe vedere il principe William sul trono al posto del padre. Ma questa percezione l’aveva già avuta negli anni Novanta il principe Andrea.  Secondo quanto riferito, infatti, il duca di York propose un “putsch di palazzo” tramite cui sarebbe diventato reggente fino a quando il principe William non fosse diventato maggiorenne.

Come il principe Andrea voleva sfruttare l’impopolarità di Carlo per diventare reggente

Colpi di stato, putsch di palazzo e reggenze di zii che vorrebbero diventare re: sembra la trama di un film in costume o un fatto storico da collocare al tempo della Guerra delle due Rose, eppure i fatti sarebbero avvenuti solo negli Anni Novanta tra le mura di Buckingham Palace. Secondo il biografo reale Nigel Cawthorne, è sempre esistito un “antagonismo” tra i due fratelli, il principe Carlo e il principe Andrea. E in virtù di questo rapporto propriamente fraterno, il duca di York avrebbe tentato una specie di putsch di palazzo in cui sarebbe diventato reggente al posto di suo fratello per permettere poi a William di assumere il potere una volta divenuto maggiorenne.

Il divorzio da Lady Diana aveva messo a rischio il trono di Carlo

La proposta del principe Andrea era una risposta all’enorme impopolarità del principe Carlo negli Anni ’90. L’erede al trono, infatti, ha subito un duro colpo alla sua popolarità all’indomani della sua separazione dalla principessa Diana, rischiando di mettere a rischio lo stesso trono. La coppia, infatti, si è separata nel 1992 per divorziare definitivamente nel 1996. E durante gli anni Novanta si sono susseguite dichiarazioni che hanno fatto vacillare le certezze del principe Carlo.

Lady Diana, infatti, ha collaborato da subito con il biografo Andrew Morton per il suo libro del 1992 “Diana: Her True Story“, che descriveva in dettaglio la relazione extraconiugale di Carlo con Camilla Parker-Bowles. Subito dopo alla stampa è trapelata anche una conversazione telefonica tra i due amanti. Il tutto ha peggiorato se possibile la sua posizione dinanzi al giudizio severo dell’opinione pubblica. E per concludere, nel 1995, Diana si è sottoposta ad un’intervista esplosiva con la BBC Panorama, dove ha parlato apertamente dell’infedeltà del marito. A dare il colpo decisivo all’immagine di Carlo è stata la morte di Lady D. in un incidente d’auto nel 1997.

La Famiglia Reale ha dovuto assumere una figura specializzata in pubbliche relazioni per aiutarlo a riabilitare la sua immagine. Ma il fratello Andrea ha subito proposto di mettere da parte l’erede al trono per prenderne il posto in qualità di reggente.

LEGGI ANCHE: Kate e William volano nel sud della Francia per il matrimonio di James Middleton

Exit mobile version