Cose da VipPrimo Piano

Raffaella Carrà, imbrattato il murale a Barcellona con insulti omofobi

L'opera dedicata alla 'Signora della televisione' è stata presa di mira da alcuni vandali

Lo scorso 5 luglio Raffaella Carrà ci ha salutati, spegnendosi a seguito di una malattia. Il suo ricordo e la sua importante eredità culturale, tuttavia, rimangono ancora vivi nella memoria del pubblico, che l’ha seguita e amata nel corso degli anni. L’icona del piccolo schermo, apprezzata anche al di fuori dei confini nostrani, era molto popolare in Spagna. Proprio Madrid, poco dopo la sua morte, le ha dedicato una piazza. A Barcellona, invece , ha fatto la sua comparsa un murales, con lo scopo di celebrare la Signora della televisione. Di recente, tuttavia, quest’ultimo è stato oggetto di un atto vandalico. Sull’opera, finalizzata a commemorare Raffaella Carrà, sono apparsi difatti alcuni insulti omofobi. Un atto di grave entità, considerato il messaggio di inclusione di cui l’icona nostrana si è sempre fatta portavoce.

Imbrattato il murale dedicato a Raffaella Carrà a Barcellona: il video

Firmato dallo street artist italiano Salvatore Benintende, il murale è stato fin da subito ben accolto nella città spagnola. L’artista aveva completato la sua opera con una scritta mirata a promuovere l’inclusività e l’universalità dell’amore, coerentemente a quanto Raffaella Carrà ha fatto durante la sua carriera, ovvero: “Una vita è una vita quando hai la libertà.” Il messaggio, scritto in lingua spagnola, tuttavia, non è stato apprezzato proprio da tutti. Di recente, infatti, il murale è stato oggetto di atti vandalici, a seguito dei quali sono appare delle scritte dichiaratamente omofobe. “Gay No“, “VIH” hanno fatto la loro comparsa ricoprendo il volto dell’icona nostrana.

Un utente ha filmato quanto accaduto e ha condiviso il video sui propri social. In breve la clip è diventata virale, suscitando le reazioni più accese da parte del web. “Poi dicono che l’omofobia non esiste…” – ha twittato qualcuno, a cui è seguito il commento di qualcun altro – “Che vergogna!“. Molto probabilmente, dietro l’attacco al murales di Raffaella Carrà, si cela un gruppo appartenente alla fazione di estrema destra, sebbene nessuno abbia ancora rivendicato il gesto.

LEGGI ANCHE: Jennifer Lopez giunge a Venezia e tutti acclamano la “Regina”: la popstar veste Dolce & Gabbana [FOTO]

Lorenzo Cosimi

  • Cinema e tv

    Romano, dopo la laurea triennale in Dams presso l’Università degli Studi Roma Tre, si è poi specializzato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza. Ha conseguito il titolo con lode, grazie a una tesi in Teorie del cinema e dell’audiovisivo sulle diverse modalità rappresentative di serial killer realmente esistiti. Appassionato di cinema, con una predilezione per l’horror nelle sue molteplici sfaccettature, è alla ricerca costante di film e serie tv da aggiungere all’interminabile lista dei “must”. Si dedica alla produzione seriale televisiva con incursioni sui social.

Privacy