AnticipazioniPrimo Piano

Euro 2020, Martin Garrix e gli U2 per la cerimonia d’apertura: ospiti Francesco Totti e Alessandro Nesta

I dettagli della cerimonia

La situazione pandemica sembra essere finalmente in netto miglioramento. È davvero incredibile pensare come un virus dalle dimensioni microscopiche sia stato capace di mettere in ginocchio l’intera popolazione di un Pianeta nell’arco di quindici mesi. Purtroppo però questa altro non è che la triste realtà. Nonostante, come detto, oggi il peggio sembri passato, le conseguenze sono ancora molto tangibili. Un esempio su tutti: l’esibizione musicale organizzata per la cerimonia di apertura dei campionati europei di calcio si svolgerà in streaming.

I protagonisti di quest’ultima sono stati infatti in balia degli eventi e dei numeri relativi alla pandemia fino a pochissimi giorni fa. Non era possibile organizzare uno spettacolo alternativo a seconda delle decisioni del Governo Italiano, e dunque si è optato per una procedura all’insegna del pragmatismo. La cerimonia di apertura di Euro 2020 si svolgerà come previsto allo Stadio Olimpico di Roma, ma l’esibizione canora degli U2 in compagnia di Martin Garrix sarà virtuale e dunque trasmessa in streaming.

Euro 2020: la cerimonia di apertura all’Olimpico

Gli artisti saranno  impegnati nella prima performance live di We are the Peopleossia la canzone che è stata selezionata dalla UEFA come inno ufficiale della competizione calcistica. Per rendere l’esibizione memorabile, gli organizzatori hanno pensato di utilizzare le tecnologie più all’avanguardia che esistano. La maggior parte del lavoro si è svolto all’interno dei più moderni studi di motion control a Londra. I grafici sono infatti riusciti a ricostruire una vera e propria replica in 3D dello Stadio Olimpico. Bono Vox sarà dunque proiettato sul mini palco della cerimonia di apertura di questo evento che segna inconfutabilmente la ripartenza non solo del calcio ma dell’intero continente europeo. Ospiti della cerimonia di apertura anche Francesco Totti ed Alessandro Nesta, campioni del mondo nel 2006 nonché bandiere delle due squadre della Capitale.

 

LEGGI ANCHE: Michele Bravi e la passione sfrenata per Tiziano Ferro: Morgan li ha fatti incontrare

Privacy