Ultimissime

Europei: chi è l’arbitro di Italia-Turchia. Ferrari, il nuovo amministratore delegato è Benedetto Vigna

Danny Makkelie dirigerà il match d'inaugurazione di Euro2020 all'Olimpico

Gli Azzurri sono pronti. Da Coverciano si trasferiranno in treno a Roma in vista della partita inaugurale degli Europei di calcio Italia-Turchia dell’11 giugno all’Olimpico. Arbitrerà il match l’olandese Danny Makkelie.

Anche una donna a bordo campo

È lui, infatti, l’arbitro che la Uefa ha designato per l’avvio di questo campionato continentale. Come “quarto uomo” ci sarà la francese Stephanie Frappart, prima donna ad arbitrare in Champions. Gli assistenti saranno gli olandesi Hessel Steegstra e Jan de Vries, olandese anche l’arbitro Var, Kevin Blom. Makkelie, 38 anni, ha un precedente con gli azzurri di Mancini: Italia-Portogallo 0-0. Lo scorso agosto ha diretto la finale di Europa League Siviglia-Inter, vinta 3-2 dagli spagnoli.

Benedetto Vigna in Ferrari

E se sul fronte del calcio la situazione di Euro 2020 ormai è delineata e attende solo un fischio d’inizio, dal pianeta Ferrari arrivano notizie di rivolgimenti nella dirigenza. Maranello ha nominato Benedetto Vigna nuovo amministratore delegato. Vigna, che entrerà a far parte di Ferrari l’1 settembre, proviene da STMicroelectronics, dove attualmente è responsabile del Gruppo Analogici, Mems (Micro-electromechanical Systems) e Sensori, il più grande e remunerativo business operativo di ST nel 2020. È inoltre membro del Comitato Esecutivo del Gruppo St.

Il saluto di John Elkann

“Siamo felici di dare il benvenuto a Benedetto Vigna come nostro nuovo Amministratore Delegato – ha detto John Elkann, Presidente di Ferrari -. La sua profonda conoscenza delle tecnologie che guidano gran parte del cambiamento della nostra industria, le sue comprovate capacità di innovazione, l’approccio imprenditoriale e la sua leadership rafforzeranno ulteriormente Ferrari scrivendo nuovi capitoli della nostra storia irripetibile di passione e performance nell’era entusiasmante che ci attende”.

Un curriculum di prestigio

Di nazionalità italiana, una vasta esperienza internazionale lavorando con alcune delle società tecnologiche leader al mondo, Vigna, 52 anni, è laureato con lode in fisica all’Università di Pisa. Entrato in ST nel 1995, ha fondato le attività MEMS della Società e ha lavorato per conquistare la leadership di St nel mercato delle interfacce utente attivate dal movimento. “È un onore straordinario entrare a far parte della Ferrari come Amministratore Delegato e lo faccio in egual misura con entusiasmo e responsabilità. Entusiasmo per le grandi opportunità che potremo cogliere. E con un profondo senso di responsabilità nei confronti degli straordinari risultati e delle capacità degli uomini e delle donne di Ferrari, di tutti gli stakeholder della Società e di coloro che, in tutto il mondo, provano per Ferrari una passione unica”.

 

 

Privacy