Royal Family

Royal Family, l’autore regale: “Carlo non è adatto a diventare re”

Intervistato, il giornalista Clive Irving ha spiegato perché il Principe del Galles non è adatto a prendere il posto di Elisabetta II

Parole dure arrivano da Buckingham Palace, o meglio dalla penna dell’autore regale, Clive Irving, che ha definito il Principe Carlo poco adatto a diventare re. Il principe del Galles in linea di successione è il prossimo erede al trono ma, secondo Irving, la Regina Elisabetta II è una figura molto più moderna del figlio. “Sua Maestà è senza tempo, mentre Carlo sembra una figura settecentesca”, ha spiegato Irving all’Australia’s Today Extra.

L’autore regale – che da poco ha scritto la biografia The Last Queen – ha proseguito spiegando le abitudini del Principe del Galles: “Carlo ama circondarsi di leccapiedi, cosa poco positiva per un futuro governante. Temo che guiderà la monarchia sull’orlo del baratro”, ha puntualizzato lo scrittore, aggiungendo che secondo suo modesto parere Elisabetta II sarà “l’ultima regina d’Inghilterra”, anche perché i successori sono tutti maschi.

Il principe Carlo non sarà mai come la Regina Elisabetta: qual è la chiave del successo

L’autore regale ha cercato di comprendere al meglio la regina per il suo ultimo libro ed è arrivato alla conclusione che la chiave del successo per un regno così longevo è che le persone conoscono ben poco della regina in carica. “Non conosciamo le sue opinioni, non conosciamo i suoi sentimenti. C’è chi riporta le opinioni e i sentimenti, ma non sai se è la verità”. Ma, secondo Clive Irving, è proprio questa la chiave del successo della Regina. “Ha capito sin dall’inizio, da quando nel 1952 è diventata regina, che avrebbe dovuto alimentare il mistero”.

Infine, l’autore regale ha aggiunto: “Il punto non è la persona, è la corona, l’istituzione”. I commenti del giornalista arrivano dopo il sondaggio pubblicato lo scorso dicembre che mostrava la preferenza dei cittadini riguardo il prossimo monarca: due persone su cinque vorrebbero William sul trono, una media un po’ più alta del 37% andato invece a Carlo come prossimo re del Regno Unito. Le regole di successione però parlano chiaro e il prossimo in linea è Carlo, che piaccia o no.

LEGGI ANCHE: William e Harry c’è un riavvicinamento ma: “niente sarà più come prima”

Back to top button