Cose da Vip

Amici 2020, scintille tra Arisa e Rudy Zerbi: “Io sono un’interprete, voi invece…”

Il carattere fumantino di due insegnanti come Arisa e Rudy Zerbi non poteva che scontrarsi con le modalità già competitive della scuola di Amici 2020. La nuova edizione del talent di Canale 5 è appena iniziata, e già i primi diverbi sono venuti a galla; almeno per quanto riguarda le lezioni di canto, che in queste ore hanno visto contrapposti i due insegnanti nel momento del giudizio applicato al giovane Giulio. E’ stato proprio il ragazzo e concorrente il primo punto di scontro nel daytime della nuova stagione, inasprendo i già tesi rapporti tra i due giudici e professori.

Prime frecciate ad Amici 2020, con il confronto tra Arisa e Rudi Zerbi di fronte al giovane Giulio: “Non mi ero a chi ne sa più degli altri, ma almeno…”

Al termine dell’esibizione del suo allievo, Arisa ha assegnato al giovane un voto pari a 7, incoraggiando dunque positivamente il suo avvio di percorso ad Amici 2020. Un voto che non ha trovato d’accordo Zerbi, il quale non si è fatto certo problemi a manifestare il proprio disappunto per la scelta della collega. “Non si può cantare così“, la sua frecciata al musicista, ovviamente rivolta anche alla scelta operata da Arisa. “Tu balli e perdi fiato, hai stonato tutti i falsetti. L’unica cosa intonata dell’esibizione erano i cori, che infatti non erano tuoi“.

Un colpo velenoso, oltre che al giovane musicista, anche alla collega e professoressa di Amici 2020. La cantante non si è trattenuta, e ha riportato all’attenzione del collega le proprie credenziali di artista acclamata e affermata. “Io almeno sono un’interprete“, ha fatto presente. “Voi altri invece…“. Senza completare la provocazione, è comunque chiara la posizione della musicista nei confronti degli altri insegnanti, soprattutto in virtù delle proprie referenze. “Non voglio dire che gli altri non lo siano“, si è dunque chiarita. “Non mi ergo a chi ne sa di più. Però rimando della mia idea”.

LEGGI ANCHE Amici 2020, Lorella Cuccarini furiosa: “Non devi farlo”

Back to top button