Curiosità

Che bella giornata, 6 curiosità sul film che ha battuto “La vita è bella”

Secondo film nato dalla collaborazione tra Checco Zalone e Gennaro Nunziante, Che bella giornata riconferma la formula vincente di Cado dalle nubi, del 2009. La pellicola, uscita al cinema nel 2011, ha segnato un record di incassi senza precedenti, divenendo in breve uno dei film italiani di maggior successo di sempre. Le vicende ruotano attorno a Checco Zalone, che lavora come buttafuori precario di una discoteca. Il suo sogno è di diventare carabiniere, tuttavia viene bocciato tre volte al colloquio. Grazie alla raccomandazione del cardinale Rosselli, inizia a lavorare come addetto alla sicurezza presso il Duomo di Milano. Un giorno incontrerà Farah, una ragazza araba, della quale presto si innamora. Tuttavia, lei cercherà di usarlo per portare a termine un attentato terroristico. Che bella giornata risulta uno dei film italiani più famosi di sempre. Scopriamo alcune curiosità, che non tutti conoscono.

Che bella giornata, 6 curiosità:

  1. Solo nel giorno d’esordio, il film ha incassato 2,62 milioni di euro e, in appena tre settimane, ha oltrepassato i 30 milioni di incasso, riuscendo a superare gli incassi de La vita è bella, sul suolo italiano. Attualmente occupa il sesto posto tra i film italiani di maggior successo, con una cifra complessiva di oltre 43 milioni di euro.
  2. Checco Zalone è un grande fan di Caparezza. L’attore è riuscito a convincere il cantautore conterraneo ad apparire in un cameo, nel quale interpreta Sarà perché ti amo dei Ricchi e Poveri e il suo singolo Vieni a ballare in Puglia.
  3. Nel cast è presente anche Mariangela Eboli, moglie di Zalone, che canta insieme a Caparezza il celebre brano Non amarmi, di Francesco Alotta e Aleandro Baldi.
  4. Inizialmente, Che bella giornata sarebbe dovuto durare 30 minuti in più. Tuttavia, alcune scene, tra cui dei dialoghi tra Checco e il cardinale (interpretato da Tullio Solenghi), sono state tagliate nella versione definitiva.
  5. La colonna sonora è curata da Checco Zalone che per l’occasione ha composto i brani originali L’amore non ha religione e Se mi aggiungerai, divenuti grandi successi radiofonici.
  6.  In Che bella giornata sono presenti alcuni piccoli errori, che a prima vista possono essere sfuggiti. Uno di questi è evidente nella sequenza in cui Checco sta cercando il profilo di Farah su Facebook. Dopo una notte insonne, la madre del protagonista entra nella camera e stacca la spina del pc. Infuriato, Checco fa cadere una macchinina, che si trovava sulla scrivania. Ciononostante, nell’inquadratura successiva l’oggetto ritorna miracolosamente sul mobile.

Back to top button