Curiosità

La regina degli scacchi, ecco la vera campionessa: Ha 26 anni, italiana, lei è… [FOTO]

Abbiamo conosciuto Beth Harmon, la ragazzina da una mente brillante e geniale che cerca di divorare il suo mondo muovendo gli scacchi di una dama. Cresciuta in un orfanotrofio, si chiede ancora perché la madre abbia portato fuoristrada la macchina su cui viaggiava, dicendole semplicemente di chiudere gli occhi. Ma ecco che Beth gli scacchi diventano strumento per una vita che è alla ricerca di una seconda chance. La serie tv Netflix ha riscontrato grande successo. In pochissimo tempo il pubblico ha amato il personaggio interpretato dall’attrice e modella statunitense Anya Josephine Marie Taylor-Joy conquistando inoltre una clamorosa fama per lo stile, la storia, la scenografia e gli impeccabili costumi che ha portano i numerosi telespettatori negli anni Cinquanta e Sessanta.

Tra i fan più accaniti alla serie Netflix che è al momento nella top 10 più vista in Italia, si chiedono ora se ci sarà una seconda stagione e se la storia sia realmente esistita. Per il momento nulla è ufficiale, ma possiamo ben confermare che di reale c’è una ragazza che ha totalizzato un record davvero eccezionale. Ha 26 anni, è italiana ed è la vera regina degli scacchi. Stiamo parlando di Marina Brunello.

L’Italia ha la sua campionessa [FOTO]

Chi è Marina Brunello? La giovane 26enne, bergamasca, è la migliore giocatrice nel nostro Paese. Dalla Federazione Mondiale ha ricevuto l’attribuzione del titolo di Maestro Internazionale. Un traguardo importante per la campionessa in carica che ha conquistato il primo titolo nel 2008 e lo scudetto qualche anno fa. Sentiremo certamente parlare di Marina anche in futuro. Quello che sappiamo è che la sua passione per gli scacchi è nata a soli 5 anni grazie a suo fratello. La tavola quadrata della scacchiera – ha raccontato la campionessa nel corso di un’intervista su ‘OA Il tempio dello Sport –  girava in casa anche se all’epoca i suoi genitori non giocavano.

 “Mio padre sapeva giusto le regole, neanche tutte, e giocava così, ha insegnato un po’ a mio fratello, lui si è appassionato. Poi del tutto casualmente c’è stato un corso di scacchi alle elementari, Sabino è andato, gli è piaciuto e poi ha insegnato sia a me che a mia sorella per avere qualcuno con cui giocare.”

LEGGI ANCHE: Tommaso Zorzi cotto di Enrico Nigiotti: “è bono”, la risposta del cantante è…

Back to top button