Gf Vip, Patrizia De Blanck minaccia Stefania Orlando: “Non finisce qui”

Dopo oltre due mesi di permanenza nella casa del Grande Fratello Vip, anche la contessa Patrizia De Blanck è finita in nomination. La concorrente non l’ha presa affatto bene, discutendo con gli altri inquilini che hanno fatto il suo nome. Dopo essersela presa con Rosalinda, alla quale ha detto “tu per me sei cancellata“, la contessa ha espresso parole dure anche nei confronti di Stefania Orlando.

Non sono stati giorni piacevoli per Patrizia De Black. La “contessa del popolo” è finita in nomination per la prima volta dall’inizio del programma e non ha reagito bene. Subito dopo la puntata di lunedì, Stefania Orlando ha bussato alla camera della nobildonna, confessandole di aver fatto anche lei il suo nome. Inizialmente la concorrente del Grande Fratello Vip, che ha da poco compiuto 80 anni, ha mostrato una reazione pacata. “Tranquilla tesoro va bene così adesso vado a dormire“: queste sono state le sue parole. Tuttavia, la pace tra le due inquiline è durata poco. I rapporti, già costantemente tesi tra di loro, si sono deteriorati, soprattutto dopo una furiosa lite. La contessa è esplosa contro la sua collega, urlandogliene di ogni. Ecco cosa è successo…

Grande Fratello Vip, Patrizia De Blanck contro Stefania Orlando: “Non sarai mai amica mia, vai a fare in…”

Il legame tra le due si era fatto più debole dopo l’intervento di Simone Gianlorenzi, marito della Orlando. L’uomo era infatti intervenuto nella casa del Grande Fratello Vip per esprimere il suo dissenso contro Patrizia De Blanck, colpevole di aver trattato male Stefania. Da allora la contessa sembra essersela legata al dito. Ecco infatti le sue parole contro la collega:

Lei non mi è piaciuta. Lei viene dalla puntata precedente mi dice: “Non mi nominare ti prego che c’è mio marito”. Questa volta gliel’ho detto: non ti nomino. E mi nomina lei. Non è una cosa da ridere. Io gli tolgo l’amicizia. Quando succedono queste cose io l’amicizia la levo. Con voi ci scambieremo il numero di telefono. Poi questa viene alla porta e con aria contrita mi dice che mi ha nominata. Ma che ca**o, ma vai a fare in cu**. Tu amica mia non lo sarai mai più. Manco ti filo. Anzi, tanto poi io giro nei posti… non finisce, eh. Me la sono legata al dito. Perché poi è per colpa sua che io sto in nomination. Non te lo consento“.