Gerry Scotti si racconta senza freni: “Non me ne vergogno”

Tú sí que vales è oggi uno dei programmi televisivi più seguiti. In onda il sabato sera su Canale 5 registra ben 4 milioni di telespettatori a puntata. Un successo che si conferma ogni anno e che porta sul palco concorrenti di ogni età e nazionalità; pronti a conquistare i giudici ed il pubblico di Canale 5. Ci sono balletti e canti che emozionano. Funamboli che si esibiscono a decine di metri di altezza e altri artisti di vario genere alla ricerca della ribalta. Oltre alla gara ufficiale dove i quattro giudici e la giuria popolare capitanata da Sabrina Ferilli decidono i concorrenti  più validi, ce ne un’altra parallela che si chiama Scuderia Scotti. Il conduttore Gerry crea il suo team salvando i concorrenti più divertenti e strani premiando poi il vincitore morale.

In una recente intervista pubblicata tra le pagine del settimanale Tv Sorrisi e Canzoni, Gerry Scotti non ha nascosto di essere una persona molto emotiva. Non a caso il pubblico ha spesso assistito alla commozione del conduttore durante alcune esibizioni a Tú sí que vales e in merito alla tendenza di emozionarsi spesso, invita i lettori a liberarsi di ogni sovrastruttura o rigidità ed essere teneri.

“Sì, la mia emotività esce perché quando sono lì, su quella poltrona, mi dimentico che non sono sulla poltrona o sul divano di casa mia. Io semplicemente in quel momento sono l’italiano medio che guarda la televisione. Quando c’è una storia o una persona per la quale vale commuoversi, non me ne vergogno e invito tutti quanti i vostri lettori a non vergognarsi di essere teneri e a sapersi emozionare”.

LEGGI ANCHE: Domenica In, nuova conduttrice a sorpresa dopo Mara Venier: chi la sostituisce