Bridget Jones, 5 curiosità: sul set non fumava sigarette ma…

È stato uno dei film cult più iconici e amati degli ultimi anni, soprattutto grazie a quella naturalezza e normalità del personaggio interpretato da Renèe Zellweger. “Il diario di Bridget Jones” rappresenta il primo di una trilogia di film ed è stato definito una delle migliori storie moderne mai raccontate. Non una semplice commedia rosa, racconta la vita della poco più che trentenne Bridget Jones. È single, vive da sola nella uggiosa Londra, è costantemente ossessionata dal suo peso, fuma e incontra sempre gli uomini sbagliati. La protagonista decide allora di riprendere in mano la sua vita e iniziare a tenere un diario in cui scrivere “tutta la verità, nient’altro che la verità” su di sé. Le sue avventure, al fianco di un fascinoso Colin Firth e del Daniel Cleaver interpretato da Hugh Grant, hanno consacrato il film come una delle commedie brillanti più apprezzate di sempre.

5 Curiosità dal set che non conoscevate

  1. La storia si ispira al classico “Orgoglio e Pregiudizio” di Jane Austen e alla popolare serie tv tratta da questo nel 1995, pur raccontando in tono umoristico la vita di una trentenne inglese che, dopo mille peripezie, riesce a farsi strada nel mondo.
  2. Le sigarette che la Zellweger fumava frequentemente durante le riprese del film non erano a base di tabacco, ma fatte di un composto di erbe innocue per la salute.
  3. Per il ruolo di Bridget si proposero inizialmente anche Kate Winslet, Toni Collette ed Helena Bonham Carter. Quando però la scelta ricadde sull’americana Renèe Zellweger le proteste furono tante. L’attrice allora rispose impegnandosi moltissimo nello studio dell’accento inglese, riuscendo a sbalordire tutti e aggiudicandosi la nomination agli Oscar.
  4. Per prepararsi al ruolo la Zellweger si è dovuta sacrificare davvero molto: mise su circa 10 chili, lavorando un mese per una compagnia editoriale britannica “sotto copertura”. Non venne riconosciuta!
  5. Nell’indimenticabile sequel, al momento di riprendere la scena della rissa, a Hugh Grant e Colin Firth fu chiesto davvero di lottare uno contro l’altro in ogni modo possibile.