Era un tenente senza gambe in Forrest Gump: Oggi, a 65 anni, capelli brizzolati…[FOTO]

Ha interpretato il soldato senza gambe, il tenente Dan Tayor, nel celebre film Forrest Gump, accanto ad un incredibile Tom Hanks. Questo film ha avuto un forte impatto sulla cultura pop, tanto da far entrare nel linguaggio comune la celebre frase «corri, Forrest, corri». Dopo quel ruolo, Sinise ha avuto un grandissimo successo che lo ha portato a brillare anche sulla Walk of Fame di Hollywood.

Gary Sinise: una carriera piena di successi.

Gary è nato nell’Illinois e ha iniziato a recitare grazie ad una sua professoressa, con il musical West Side Story. Finiti gli studi, fonda una compagnia di teatro che in poco tempo diventa una delle più importanti di Chicago. I primi spettacoli sono stati presentati nei locali di una chiesa di Highland Park, Sinise infatti è di fede cattolica.

Avvia una carriera parallela, da regista, a partire dagli anni ’80 e successivamente inizia a lavorare come attore, ottenendo la fama con il ruolo del tenente Dan Taylor, che gli è valso la candidatura all’Oscar come miglior attore non protagonista. Ha preso parte ad importantissimi film come: Il miglio verde, Apollo 13 e Mission to Mars, solo per citarne alcuni. Nel 2004, è arrivato anche sul piccolo schermo, ottenendo il ruolo da protagonista in CSI: NY, nel quale interpreta il detective Mac Taylor. E’ diventato il protagonista anche dello spin off di Criminal Minds, serie che è stata poi cancellata.

Oggi, Gary Sinise ha 65 anni e i capelli sono ormai brizzolati. E’ felicemente sposato con l’attrice Moira Harris da 39 anni. La coppia ha avuto tre figli: Sophie, McCanna Anthony e Ella. Gary è un appassionato di musica, suona il basso ed è il co-fondatore della Lt. Dan Band, gruppo rock che suona per le truppe americane all’estero e che prende il nome dal personaggio interpretato in Forrest Gump. Ha istituito la Gary Sinise Foundation, a favore dei veterani americani e delle loro famiglie. Grazie alla quale ha donato una casa dei sogni a un veterano che ha avuto un destino simile a quello del tenente Dan.

Quest’anno lo abbiamo visto nella serie tv, firmata Netflix, “Thirteen reasons why“. Ha abbandonato le vesti da detective per vestire quelle dello psicoterapeuta, il Dr. Robert Ellman. Il ruolo del dottore è quello di aiutare il protagonista a combattere ansia, depressione e dolore accumulati.