Johnny Depp, il processo a Londra rinviato a maggio 2021 per Covid-19

Johnny Depp dovrà aspettare almeno fino all’anno prossimo per sapere come finirà la causa che ha intentato per diffamazione contro il quotidiano britannico The Sun. A causa del Covid-19 infatti le udienze sono state sospese fino a maggio 2021. I 50 milioni di danni che l’attore ha chiesto al giornale come risarcimento danni sono ancora lontani. Sempre che il giudice gli dia ragione.

50 milioni di dollari: tanto ha chiesto Johnny Depp al quotidiano britannico The Sun reo di averlo definito, in un articolo uscito durante le fasi più concitato del divorzio dalla ex  Amber Heard, “picchiatore di mogli”. A suo giudizio, ma anche a giudizio dei suoi avvocati, quell’appellativo ha leso irrimediabilmente la sua immagine, cosa che si è tradotta in minori ingaggi e minor guadagno.

Probabilmente l’ex Pirata dei Caraibi, sicuro di vincere la causa, aveva sperato di mettersi in tasca il bel gruzzolo entro qualche mese. In fondo, stando a quanto riportano i media, sarebbe in bancarotta per le sue spese pazze e incontrollate. Quella cifra potrebbe risolvere tante magagne.

Purtroppo però l’emergenza sanitaria per Covid-19 ha sparigliato le sue carte: il processo londinese, le cui nuove udienze erano state fissate al tra l’11 e il 18 gennaio 2021, è stato rimandato a maggio. Solo allora potranno riprendere le testimonianze davanti al Giudice e ai giurati: dibattimenti seguitissimi dalla stampa rosa per le “succose” rivelazioni rilasciate sia da Johnny Depp che da Amber Heard. Sin ora infatti presso l’Alta Corte inglese si è parlato di bottiglie di vodka scagliate addosso, percosse, violenze di vari tipo, persino escrementi fatti nel letto matrimoniale per dispetto. Inutile dire che la stampa rosa ci sguazza.

L’attore fortunatamente durante il periodo di stop non se ne starà con le mani in mano: a ottobre riprenderanno le riprese del suo nuovo film “Animali Fantastici e Dove Trovarli 3” che finiranno a fine febbraio. Calcolando qualche ritardo, c’è giusto il tempo, per Johnny Depp, di riposare qualche giorno e tornare a Londra in aula davanti al Giudice.

Fonti vicine all’attore hanno dichiarato che, passata la batosta, ora Johnny sta abbastanza bene. Durante le prime udienze i fan gli hanno fatto sentire tanto affetto. Secondo loro infatti, lui è il truffato, Amber è l’arrampicatrice sociale a caccia di soldi. La cosa lo ha talmente colpito che ha voluto ringraziare tutti con il seguente messaggio postato su internet: “Ciao a tutti! Volevo ringraziarvi ancora una volta per il vostro costante e leale supporto durante i lunghi e interessanti episodi della mia vita. Sono qui solo grazie a voi, sono qui solo per voi”.

Il testo, scritto a mano e ripreso con il telefonino, ha avuto un grande successo. Persino la musicista e cantante Patty Smith gli ha risposto: “Vederti scrivere mi riempie di felicità. Ti amiamo tutti sempre”.

E Amber? Anche lei sarà impegnata sul set, visto che è stato approvato un nuovo episodio cinematografico di Aquaman, sempre con Jason Momoa protagonista. Si era arrabbiata moltissimo quando Johnny Depp aveva chiesto alla Corte uno spostamento di date delle udienze per permettergli di essere sul set. Ha accusato l’ex marito di trattare Giudice e Giuria come suoi “servitori”, come persone “ai suoi ordini”. Ora però è l’emergenza sanitaria che ha imposto uno stop alla causa. Che sia un segno del destino?

Photo credits: Facebook, Instagram