Covid, Berlusconi esce dal San Raffaele: “Ho superato la prova più pericolosa della mia vita”

Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, è stato dimesso dall’ospedale San Raffaele di Milano. Lì dal 3 settembre si trovava ricoverato per Covid-19. Adesso resterà in isolamento ad Arcore fino a quando non avrà un secondo tampone negativo. “Grazie per essere qui, è stata la prova più pericolosa della mia vita” ha detto oggi 14 settembre lasciando il San Raffaele. “Anche stavolta l’ho scampata bella”, ha detto l’ex premier in dialetto milanese invitando tutti a non sottovalutare i rischi di questo virus. “La condivisione che ho sentito attorno a me mi ha consentito di superare i momenti più difficili”.

Appello alla responsabilità

“Ognuno di noi è esposto al rischio di contagiare gli altri, rinnovo a tutti l’appello alla massima responsabilità personale e sociale“, ha ribadito Berlusconi. “Il mio pensiero va prima di tutto ai tanti ammalati di Covid e alle loro famiglie”, ha aggiunto, ricordando che “nelle scorse settimane prima di ammalarmi avevo lanciato numerosi appelli a non sottovalutare il pericolo”. “Il professor Clementi ha studiato il mio tampone ed è sorpreso dall’entità della carica virale, la più alta tra le decine di migliaia conservate al San Raffaele”, ha aggiunto. “Fortunatamente quando me lo hanno comunicato ero già nella fase di recupero della polmonite bilaterale, che mi rendeva tra i soggetti più a rischio”.

Gli auguri agli studenti in classe

L’Italia non può restare ferma, sarebbe una catastrofe economica senza precedenti”, ha ancora detto Berlusconi, chiedendo al tempo stesso la massima attenzione. “Rinnovo l’appello a tutti per la massima attenzione”, ha avvertito. “Ho provato in prima persona che fino a quando il virus non sarà debellato ognuno di noi è esposto al rischio di essere contagiato e contagiare gli altri”. “Oggi è il giorno in cui milioni di bambini e ragazzi ritornano a scuola. Un segno importante del ritorno alla normalità ma è un passaggio delicatissimo. A loro va il mio affettuoso in bocca al lupo ma con il forte richiamo al rispetto rigoroso dei comportamenti corretti. Fatelo per voi stessi, i vostri amici, i genitori e i nonni che potreste contagiare“, ha sottolineato infine il leader di Forza Italia.