Era Dottie Perkins di Vite al Limite di 291 kg: la tragedia dopo il programma [FOTO]

Dottie Perkins ha lasciato un segno tra tutti i vari protagonisti che hanno fatto parte delle edizioni di Vite al Limite. La donna, infatti, ha avuto un percorso particolare, pieno di sorprese e incredibili risvolti anche al di fuori.

Il programma che in onda da anni su Real Time non si smentisce mai e non delude il pubblico affezionato, che segue le vicende dei protagonisti anche fuori dalla trasmissione. Curiosi di sapere cosa sia successo a Dottie?

Era Dottie Perkins di Vite al Limite di 291 kg: un caso impossibile

Come dimenticare la storia di Dottie Perkins? La protagonista di Vite al Limite era arrivata nella clinica del dottor Nowzaradan quando pesava già 291 chili. Un peso che le impediva di svolgere le attività quotidiane e di poter vivere tranquillamente.

I suoi problemi di peso erano sorti da bambina, a causa di un tremendo rapporto con la madre. A 34 anni aveva raggiunto il massimo del peso, finché a un certo punto aveva deciso di dare una svolta alla propria vita.

Dopo il programma tragedie e battaglie legali: oggi è così [FOTO]

Già dal suo primo ingresso nella clinica del dottor Nowzaradan, la donna non è riuscita a perdere molto peso. E nei 12 mesi di Vite al Limite, ha perso solo 55 chili. Per questo motivo, in seguito, Dottie Perkins ha intrapreso una battaglia legale con la trasmissione, accusandola di aver eseguito un montaggio poco corretto. Secondo la donna, infatti, il suo percorso appare come insoddisfacente.

Dopo aver lasciato la trasmissione, Dottie è stata messa a dura prova da un evento che ha segnato la sua vita. Il figlio Daniel è morto a causa di una paresi celebrale, e lei è riuscita ad andare avanti solo per stare vicino al secondo figlio.

A distanza di tempo i risultati del dimagrimento si vedono: eccola oggi.

LEGGI ANCHE: Era Leneatha Reed di Vite al Limite di 300 kg: oggi può fare la mamma [FOTO]