Perché Jack muore in Titanic? Il regista svela la verità dopo 20 anni

Almeno una volta, chiunque abbia visto Titanic si è chiesto “perché Jack è morto?”. Una domanda che fa proprio scervellare gli amanti del film, che non hanno mai digerito la scomparsa del personaggio interpretato da Leonardo di Caprio. Se anche voi siete ancora curiosi di sapere la verità, ecco la risposta del regista Cameron.

Perché Jack in Titanic è morto? Svelata la verità

Titanic rappresenta una pietra miliare per la storia del cinema. Un giovanissimo Leonardo di Caprio e una splendida Kate Winslet, nei panni di Jack e Rose, hanno incantato milioni di spettatori nel mondo. Ma molti non hanno ancora digerito la morte di Jack. Era proprio necessaria? Perché non salta sull’anta insieme a Rose e si salva?

A rispondere è stato proprio il regista della premiata pellicola, James Cameron, che ha dichiarato in una passata intervista a Vanity Fair:

La risposta è molto semplice: è tutta colpa del cinema! Perché c’è scritto sulla pagina 147 della sceneggiatura che Jack muore. Molto semplice. Ovviamente è stata una scelta artistica, quella cosa era grande abbastanza da sostenere lei, ma non abbastanza da sostenere anche lui. Penso davvero che sia folle, seriamente, che ne stiamo parlando 20 anni dopo. Ma dimostra quanto il film Titanic è stato efficace nel rendere Jack così accattivante per il pubblico che è ancora ferito dalla sua morte. 

Se fosse sopravvissuto?

Che Jack sopravvivesse all’affondo del Titanic, dunque, non è mai stata un’opzione per il regista James Cameron, che ha continuato dicendo:

Se fosse sopravvissuto, la fine del film non avrebbe avuto senso. Il film parla di morte e separazione; lui doveva morire. Quindi che fosse quello o che fosse a causa di una ciminiera su lui, sarebbe morto. Si chiama arte, le cose avvengono per ragioni artistiche non per leggi fisiche.

Appassionati di cinema e fan di Titanic, fatevene una ragione: doveva andare così!

LEGGI ANCHE: Principe Carlo cuore spezzato: “Era come un secondo padre…”