Beve acqua da una bottiglia e non riesce più a respirare: dentro c’era…

Un episodio davvero drammatico, quello vissuto da un ragazzino delle scuole medie che, dopo aver bevuto da una bottiglia d’acqua, si sente male. Già dal primo sorso infatti non riusciva più a respirare, con molta probabilità a causa del materiale estraneo contenuto nella bottiglia. A raccontare l’accaduto è stato un compagno di classe, che ha accompagnato l’amico in ospedale per individuare cosa avesse realmente bevuto.

La bottiglia d’acqua era stata acquistata in un supermercato. Durante l’intervallo il ragazzo aveva bevuto un sorso dalla bottiglia, ma immediatamente dopo aveva iniziato a vomitare.

Il reale contenuto della bottiglia d’acqua

Secondo quanto raccontato dai tredicenni l’esperienza vissuta è stata davvero drammatica. La vittima, dopo essersi ripresa ha spiegato:

Non riuscivo a respirare, anche se ne avevo bevuto pochissima. Era una bottiglia d’acqua chiusa e il tappo sigillato. L’ho aperta mentre parlavo con i miei compagni quindi ho bevuto senza guardare ma subito mi sono sentito male“. L’amico ha aggiunto: “L’ho visto a terra, mi dice ‘guarda che in quell’acqua c’è qualcosa che non va’, allora l’ho presa e ho sentito l’odore. Era tipo candeggina o cloro. Ho sentito bruciare forte il naso e la gola. A quel punto ho capito che qualcosa non andava“.

Entrambi i ragazzi si sono recati in ospedale dove i medici li hanno tenuti in osservazione per diverse ore, avvisando anche le autorità locali. Secondo le ricostruzioni effettuate, la bottiglia d’acqua era stata acquistata in un supermercato distante dalla scuola. Pare che sia stato richiesto anche l’intervento dei Nas per controlli più precisi. Nel frattempo i Carabinieri hanno sequestrato i lotti d’acqua, sperando che nessun altro abbia vissuto l’esperienza del giovane. La madre del tredicenne ha concluso:

So che bisogna fidarsi ma da oggi in poi assaggerò l’acqua prima id darla a mio figlio. Mai a credere che una cosa del genere potesse davvero capitare“.