Avete mai visto il padre di Simone Inzaghi? Somiglianza pazzesca [FOTO]

Il suo nome è Giancarlo Inzaghi ed è il padre di Simone Inzaghi, nonché di suo fratello Filippo. Entrambi i suoi figli sono stati prima giocatori di calcio e poi, una volta appesi gli scarpini al chiodo, sono diventati allenatori. Il primo è oggi il tecnico della Lazio, mentre il secondo lo è del Benevento. «Non avevo immaginato una carriera da tecnici, l’unico indizio era la conoscenza di qualunque giocatore. Se chiedevi chi fosse il centravanti di una squadra a caso di C2, rispondevano al volo. Poi, vedendo la passione con la quale studiavano, ho capito che sarebbe stata la strada giusta», aveva dichiarato il genitore di entrambi nel corso di un’intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport.

La passione di Giancarlo Inzaghi, papà di Simone Inzaghi

Pur essendo il padre di Simone Inzaghi e di Filippo Inzaghi, Giancarlo non è in tutto e per tutto uguale a loro. Certo, la somiglianza estetica con i due ragazzi è ben evidente, ma a differenza loro l’uomo vive il calcio con un certo distacco, pur essendo sempre stato tifoso del Milan. «Non mi piace parlare al bar di calcio, ho i miei amici veri con cui parlo nelle giornate che trascorriamo insieme, per esempio quando andiamo a funghi: questa passione l’ho insegnata a Simone nella nostra casa sull’Appennino piacentino quando con il fratello alternavano il gioco del calcio alle mattinate a funghi», ha raccontato in un’intervista rilasciata a Radio Sei.

Il rapporto con i figli

Il padre di Simone Inzaghi ha un ottimo rapporto con entrambi i suoi figli. Nella stessa intervista rilasciata a Radio Sei ha infatti dichiarato: «Una delle caratteristiche, che più mi inorgoglisce, è che la famiglia Inzaghi è unita, cresciuta nella provincia emiliana. La soddisfazione più grande è quella di avere due figli per bene che possono insegnare ai giovani come comportarsi. Spesso ancora oggi ci ritroviamo per scambiarci opinioni, e nonostante gli impegni dei ragazzi ci sentiamo sia con uno che con l’altro 3 volte al giorno».