Come tenere in vita le piante quando si va in vacanza: metodo infallibile

Nonostante l’anno funesto, c’è chi, per staccare la spina, ha deciso di lasciare la propria abitazione e concedersi qualche giorno al mare o in montagna. Quando ci si allontana e si hanno dei fiori in terrazza c’è la preoccupazione che questi possano non sopravvivere alla nostra assenza; ecco qualche consiglio utile per far si che ciò non accada.

Come far sopravvivere le piante durante le vacanze

I fiori adornano balconi e terrazzi rendendoli più vivibili e colorati; prendersene cura non è solo un impegno importante, ma anche una preoccupazione. Hanno bisogno di acqua e ogni pianta necessita di un trattamento diverso. In generale, però, esistono dei metodi efficaci per tenere in vita le piante anche quando non si è in casa. Innanzitutto, sappiate che esistono dei vasi che possono definirsi autoinnafianti. Si tratta di vasi che hanno un’intercapedine dove si deposita l’acqua. Per poter adottare tale tecnica, però, è necessario compiere il travaso. Prima di utilizzare i vaso autoinnafianti consultate un vivaista. Potete anche ricorrere ai flaconi di acqua complessata. Si tratta di flaconi di acqua in forma di gel. Questi sono utilissimi più che altro perché hanno una durata che varia dai 15 ai 20 giorni. Si tratta di metodi particolarmente efficaci che potrebbero sorprendervi.