Gemma Galgani e Sirius, smentita la crisi: “Chi vuol capire…”

Con la chiusura di Uomini e Donne per il dovuto riposo estivo, erano in molti a chiedersi che ne sarebbe stato della storia tra Gemma Galgani e il misterioso Sirius, rivelatosi nel corso delle ultime settimane come il ventiseienne Nicola Vivarelli. Il giovane corteggiatore aveva approcciato la dama, star dello show di Maria De Filippi, approfittando del periodo di lockdown dedicato alle conoscenze social; da allora, presentatosi in studio alla ripartenza delle registrazioni, tra i due era nata una coppia in grado di far discutere all’infinito il già sconfinato bacino di spettatori.

Nicola Vivarelli torna sulla sua storia con Gemma Galgani, e zittisce gli hater con un post sibillino dedicato alla dama di Uomini e Donne

Ora, a due settimane dalla fine della messa in onda, il dubbio sulla permanenza di Vivarelli nella vita di Gemma Galgani rimane. In molti si domandano se la storia non fosse che una trovata per lo schermo, destinata a svanire con la fine delle dirette; alcune voci, confermate dall’influencer Amedeo Venza, sembravano confermare questo assunto, parlando di una comune “pausa”. Venza in particolare riportò come Galgani fosse “tornata con i piedi per terra“, e che avesse scoperto di trovare “inutile e senza fondamento” la loro relazione.

Ci ha pensato a sorpresa lo stesso Sirius a chiarire le dinamiche del suo rapporto con Gemma. Lo ha fatto in un recente post Instagram destinato ai fan della trasmissione, con il quale ha mandato un messaggio velato, ma perfettamente interpretabile, in merito alla situazione. In un breve video, Sirius si è ritratto nell’atto di cucinare linguine alle vongole: una piatto già preparato in occasione di una cena con la dama. “Questo è un piatto speciale per me“, ha spiegato. “Sono sicuro che vi verrà in mente qualcosa. E’ un piatto in onore dei bei momenti e dei bei ricordi. Chi vuol capire capisca…” Una frecciata che sembra chiudere ogni illazione in merito.

LEGGI ANCHE Gemma Galgani e Sirius si sono lasciati? “Non c’è futuro”