Reazione a Catena ricomincia: nuove regole e nuovo studio [FOTO]

Con l’estate ricomincia ufficialmente anche la stagione di Reazione a Catena, storico appuntamento del preserale Rai nei mesi tra giugno e settembre. L’Eredità andrà in vacanza, e mentre i palinsesti si riorganizzano Marco Liorni è pronto a prendere il controllo del gioco per la sua seconda stagione consecutiva. Lo farà in una modalità fortemente rimaneggiata, al punto che molti degli spettatori occasionali potrebbero faticare a riconoscere il gioco per come si è presentato in passato. Il motivo dei cambiamenti di regole e di studio stanno ovviamente nell’emergenza Covid, e nelle riconsiderazioni che ha reso obbligatorie in questi mesi.

Nuove postazioni, microfoni e auricolari: cambia tutto a Reazione a Catena, per venire incontro agli obblighi anti-Covid

A dare un quadro completo dei cambiamenti cui andrà incontro Reazione a Catena ci ha pensato TV Blog, presentando tra le altre cose una foto del nuovo studio della trasmissione. Come è facile notare fin da subito, i classici due banchi per le squadre concorrenti sono stati ampiamente rivisti; impossibile schierare sei ospiti attaccati dietro un unico microfono. Saranno questi dunque disposti in una formazione a triangolo, con un capitano al centro incaricato di rispondere. I tre comunicheranno via auricolare, non più parlando all’orecchio; e il compito delle prenotazioni, specie nel gioco dell’Intesa Vincente, sarà affidato a Marco Liorni stesso, munito di un apposito pulsante.

Il tutto avverrà nel silenzio più totale, visto che anche Reazione a Catena, come altri programmi del periodo, dovrà andare in onda senza pubblico. Gli spettatori saranno collegati via Skype da casa, e assisteranno indirettamente al gioco. Il debutto del programma nella sua nuova veste avverrà lunedì 29 giugno, e proseguirà per tutta l’estate fino al 27 settembre.

LEGGI ANCHE Marco Liorni, proposta in diretta a Jo Squillo: “Ho voglia di…”