Tommaso Paradiso contro i TheGiornalisti: “Facevo i dischi da solo, mai più insieme”

E’ stato uno dei grandi shock della scorsa stagione l’addio di Tommaso Paradiso ai TheGiornalisti. Il leader e frontman della band romana, autrice di tanti successi degli scorsi anni e approdata finalmente al successo in seguito ai tormentoni del 2017, ha dunque visto improvvisamente andare in pezzi il proprio organico; la decisione sarebbe stata presa proprio da Paradiso, nel frattempo reinventatosi solista. Nella prossima Intervista di Maurizio Costanzo, format del conduttore appena lanciato, sarà proprio Paradiso a chiarire definitivamente la propria posizione.

Tommaso Paradiso polemico con l’ormai ex band, chiarisce i motivi dell’addio: “Gli ultimi due dischi li ho fatti praticamente da solo”

E’ finita per colpa di un avvocato“, ha rivelato Tommaso Paradiso nelle anticipazioni della puntata, raccontando il suo sofferto addio ai compagni. “E comunque gli ultimi dischi li ho registrati praticamente io da solo. Gli altri suonavano e basta“. Una presa di posizione dura, anche nei confronti dell’ormai ex band. In merito alla separazione, Paradiso accetta di scendere nei dettagli: “Qualche giorno dopo la fine del tour, entra nei TheGiornalisti questo avvocato che scombina tutte le carte in tavola“, rivela oggi. “Se non ci fosse stata questa figura forse oggi saremmo ancora insieme“.

Speranze per il futuro non ce ne sono però, chiarisce Tommaso Paradiso: “Non penso a riformare il gruppo“, racconta oggi. “Nella vita non sono mai tornato indietro su qualcosa. Non credo alle minestre riscaldate. Ormai è uscita fuori la mia vena cantautoriale, e questo ha portato allo scioglimento”. Un lato solista da tempo parte della produzione dell’ormai ex band. “Marco e Marco suonavano solo dal vivo“, conclude. “Gli ultimi due album li ho fatti da solo“.

LEGGI ANCHE Flashmob del 20 marzo, Tommaso Paradiso e innovazione scientifica