Ambra Angiolini e Francesco Renga, il retroscena sul divorzio: “Ma siamo sicuri?”

Insieme per oltre 15 anni, Ambra Angiolini e Francesco Renga sono state una delle coppie più belle dello spettacolo. Per questo motivo, la notizia della separazione, ormai avvenuta qualche anno fa, ha stupito tutti i fan della coppia. Una separazione dolorosa e sofferta, ma di cui entrambi hanno sempre parlato con franchezza. L’attrice romana ha rivelato un particolare che riguarda il momento in cui i due hanno firmato i documenti per il divorzio.

Ambra Angiolini e Francesco Renga, il retroscena sul divorzio: “Ma siamo sicuri?”

Ospite a Verissimo, Ambra Angiolini si è raccontata in una lunga intervista, parlando di uno dei momenti più delicati della sua vita privata: il divorzio da Francesco Renga. I due sono stati insieme per più di 15 anni e dal loro amore sono nati due figli, Jolanda e Leonardo.

L’attrice ha voluto condividere un particolare che riguarda il momento in cui i due coniugi si sono ritrovati per firmare i documenti del divorzio. A Silvia Toffanin, Ambra ha confessato di avere in comune con Francesco la stessa ironia e che proprio qualche secondo prima di mettere la firma Francesco ha detto: “Ma siamo sicuri”?, ha raccontato l’ex ragazza di Non è la Rai, che in quel momento avrebbe risposto: “Ma come, abbiamo fatto tutto sto macello…”?.

Ambra Angiolini: “Abbiamo ritrovato la felicità”

La Toffanin ha quindi domandato se secondo lei in quel momento il suo ex marito avesse realmente avuto un ripensamento e con molta ironia la Angiolini ha risposto: “E’ un uomo, gli uomini preferiscono sempre tenere le porte socchiuse”.

Dopo una separazione difficile, i due oggi hanno instaurato un bellissimo rapporto, anche per il bene dei loro figli. Ed è proprio per loro che i due hanno deciso di vivere vicini:

 “È stato giusto continuare a vivere vicini, siamo riusciti a trovare la serenità anche se il primo momento è stato duro. lui mi fa ancora divertire, e poi all’inizio lui mi ha anche chiesto se stessimo facendo la cosa giusta”.