Sbiancare i denti con la cioccolata: metodo naturale magico

La notizia è di quelle che smentisce un diffuso luogo comune. Al contrario di tutto quello che abbiamo creduto finora, sembrerebbe che il cioccolato non faccia male ai denti, anzi, ci aiuterebbe a renderli più bianchi. Ad affermarlo è Harold Kats, odontoiatra di Beverly Hills. Non solo il cioccolato, ma anche fragole, tè verde, formaggi, mele, pere e frutta secca, in particolare noci e nocciole, secondo l’esperto statunitense, contribuiscono a sbiancare il nostro sorriso.

Regole per sbiancare naturalmente i denti

Volete denti immacolati? La prima regola da seguire è consumare questi alimenti al mattino appena svegli, in modo da eliminare la placca che si è accumulata durante il sonno. E fate attenzione: il cioccolato deve essere fondente. Il cioccolato al latte, infatti, non solo non fa bene alla salute dei nostri denti, a causa del suo più alto contenuto di zuccheri di cui si nutrono i batteri che vivono sulla superficie dentale provocando la carie, ma sembrerebbe anche contribuire allo sviluppo dell’alitosi, ovvero l’alito cattivo. Il cioccolato nero invece, a dispetto del suo colore, è efficace per mantenere i denti bianchissimi, grazie all’alta percentuale di teobromina, in grado di rinforzare lo smalto e prevenire i cambiamenti di colore.

Fragole e bicarbonato…

Le fragole unite a un pizzico di bicarbonato di sodio sono particolarmente indicate per eliminare tracce di vino rosso e caffè, mentre bere una tazza di tè verde, oltre a prevenire carie e alitosi, aumenta i livelli di fluoro evitando l’erosione dello smalto dai denti. Stesso effetto hanno i formaggi che aumentano il Ph della bocca, rendendo l’ambiente orale più alcalino. Frutta secca, mele e pere, infine, grazie alla loro croccantezza ci aiutano a rimuovere la placca, esercitando un’azione simile a quella di uno scrub, e fanno aumentare la produzione di saliva, essenziale per eliminare i batteri. In mancanza di spazzolino e dentifricio, se mangiate fuori casa, una soluzione di emergenza è quella di concludere il pasto con una mela, perché aiuta a rimuovere eventuali residui di cibi.