Depilazione totale: rischio malattie, pelle rovinata

La depilazione intima totale si è ormai trasformata in una vera e propria mania. Sono tante le donne che decidono di eliminare fino all’ultimo pelo dalle parti intime.  In realtà questo tipo di depilazione,  nasconde moltissime insidie e rischi che poche conoscono

-I PELI PUBICI AIUTANO LA FUNZIONE PROTETTIVA

I nostri peli pubici hanno uno scopo ben preciso, la loro funzione primaria è quella di fare da schermo a tutti i microbi e batteri che cercano di attaccare questa zona del nostro corpo. È una zona molto delicata e quasi sempre umida, rappresentando così un terreno fertile per milioni di microbi. I peli formano una guaina protettiva e dunque la loro completa rimozione facilita la possibilità di essere attaccate da questi microbi, che possono portare irritazioni o anche infezioni.

-COME LIMITARE LE IRRITAZIONI E LE MALATTIE

L’uso del rasoio per la depilazione intima può irritare molto la pelle fino a generare prurito e fastidio. Questo avviene anche con le analoghe tecniche depilatorie alternative, come l’uso di strisce e di ceretta o il silkepil. Uno studio afferma che il numero di “incidenti” correlati alla depilazione intima è aumentato. Oggi circa il 3% delle corse in pronto soccorso per traumi genito-urinari deriva proprio dalla pratica di depilazione totale.

-RASOIO E CERETTA POSSONO ROVINARE LA NOSTRA PELLE

rasoi possono provocare follicolitiascessi e piccole e dolorose lacerazioni. Ci possono essere anche reazioni allergiche alle sostanze contenute nelle cerette o nelle creme depilatorie. L’irritazione deriva dal fatto che, dopo aver eseguito la depilazione, la nostra pelle è più sensibile e se non ce ne prendiamo cura, rischiamo che tutto il dolore provato per avere un aspetto sexy e curato venga distrutto da un’irritazione cutanea.

-CI SONO RISCHI DI INFEZIONI E MALATTIE

Inoltre, L’uso di spatole per la ceretta o rasoi non puliti aumentano i rischi di infezioni. Secondo degli studi pubblicati dalla rivista JAMA Dermatology, la depilazione integrale è pericolosa perché aggredisce le mucose vaginali. Lo studio ha coinvolto più di 3.300 donne che hanno raccontato le loro abitudini intime e si è trovata una connessione tra l’eliminazione totale dei peli e l’aumento delle malattie sessualmente trasmissibili. La zona pubica senza peli è più sensibile e può contrarre più facilmente malattie: come il Papilloma virus (Hpv), funghi, herpes e verruche genitali.