Mangiare la pasta di sera NON fa ingrassare: la scoperta dei medici a Boston

Croce e delizia per tutti noi italiani, la pasta è davvero un cibo a cui non sappiamo rinunciare. Ma mangiare la pasta di sera fa male oppure no? È una delle domande più ricorrenti e che più ci preoccupano, soprattutto quando cerchiamo di perdere peso e seguire una dieta sana. 

Dunque mangiare la pasta di sera: sì oppure no? Alcuni esperti del Brigham and Women Hospital di Boston hanno portato avanti delle ricerche interessanti, pubblicando poi i risultati sulla rivista The Lancet Public Health. A quanto pare la pasta può essere davvero mangiata di sera, e non solo: porta perfino dei benefici importanti, che la ricerca sintetizza in tre punti essenziali:

  1. la pasta di sera combatte l’insonnia
  2. non fa ingrassare, anzi, fa dimagrire
  3. rilassa, eliminando lo stress

Il merito va alla presenza di triptofano e di vitamine del gruppo B. Insomma, mangiare la pasta di sera non è affatto un delitto. Così, a cambiare potrebbero essere le abitudini di circa 12 milioni di italiani che non solitamente non consumano mai la pasta a cena. Gli unici a rappresentare una voce fuori dal coro sono i Millenials: per loro la classica spaghettata resta un must irrinunciabile quando ci si trova ad organizzare una bella serata tra amici.

In fondo è il modo migliore per accontentare il palato di tutti con un alimento economico, semplice da preparare e veloce da portare in tavola. Buone notizie anche per le donne: la pasta aiuta anche ad affrontare la sindrome pre-mestruale. A quanto pare il consumo di pasta favorisce la sintesi di insulina e l’assorbimento di triptofano regolando, in definitiva, l’umore e il ritmo del sonno. Tutti fattori che riducono la fame e l’aumento di peso.

LEGGI ANCHE: Ricetta crostata di frutta fresca: perfetta per l’estate, pronta in 30 minuti