Shilpa Sethi: il “lifting” al “posteriore” mi è costato caro

La star di Intagram Shilpa Sethi è incappata in una brutta avventura: fissata con il “posteriore” prorompente, dopo i tanti interventi, di cui uno di sollevamento glutei, si è accorta di avere il lato B “sbilenco”. Terrorizzata, è tornata ancora una volta sotto i ferri del chirurgo spendendo 60.000 dollari. Per fortuna stavolta l’intervento è perfettamente riuscito.

Lei si chiama Shilpa Sethi, ha 25 anni ed è di Nuova Delhi. Il suo account Instagram conta 1.2 milioni di followers grazie alle misure spropositate del suo posteriore. La modella infatti pubblica costantemente scatti delle sue “ciappett” in tutte le salse: velate da delicato pizzo nero, avvolte da tulle bianco, fasciate in abiti da sera di raso.

Il suo grande lato B è il frutto di un intervento chirurgico che si chiama “Butt Lift brasiliano”: in poche parole si prende del grasso da un’altra parte del corpo, nel suo caso dal punto vita, e si inietta nei glutei. Shilpa Sethi sognava di fare questa operazione di chirurgia estetica da quando aveva 20 anni. Ha risparmiato fino all’ultimo centesimo e poi, finalmente, a Miami ha coronato un sogno costato 10.000 dollari.

Purtroppo però il lavoro non è stato fatto ad arte, tanto che, oltre ad avere il posteriore “sbilenco”, per il dolore Shilpa Sethi non si è potuta sedere per ben sei mesi. Il britannico Daily Mail ha intervistato la ragazza: “Ho scelto il dottore per fare l’intervento in base a quelle che ho scoperto in seguito essere recensioni false. L’operazione è andata male, tanto che ho avuto complicazioni già da subito, al mio risveglio”.

A Shilpa Sethi hanno cominciato a far male le gambe. Più tardi, guardandosi allo specchio, si è accorta che i suoi glutei erano asimmetrici, uno più alto e l’altro più basso. Dopo un anno e mezzo di dolore vero, e andata in Colombia dove, per 60.000 dollari e in due interventi distinti, le hanno risolto il problema.
Ma le operazioni sono state piuttosto complicate: le hanno ricollegato la pelle ai muscoli in modo che non ci fossero sul lato B “cedimenti” di nessun genere. Le hanno messo una serie di punti interni e un bendaggio compressivo che ha dovuto tenere per giorni.

“L’unica ragione per cui sto raccontando la mia storia ora è perché non voglio che nessun altro passi attraverso quello che ho passato io. Certo, oggi mi piaccio tanto, i fan mi dicono che ho il posteriore più bello del mondo e poi è tutta roba mia, mica silicone o protesi”.

Photo Credits: Instagram.