Coronavirus: addio a Sergio Rossi, re delle calzature made in Italy

E’ morto all’ospedale Bufalini di Cesena Sergio Rossi, imprenditore calzaturiero del distretto romagnolo. Aveva 85 anni ed era risultato positivo al coronavirus. Rossi ha dato il nome a uno dei marchi più noti del made in Italy.
Agli anni Sessanta risale la sua prima collezione che lo rese noto a livello internazionale.

Sempre oggi, 3 aprile, è giunta la notizia della morte, avvenuta ieri, di Silvano Cinelli, 88 anni. Si tratta dello storico imprenditore di Borgo a Buggiano (Pistoia) fondatore nel 1976 del brand Ciesse Piumini. Lo rende noto l’azienda spiegando che Cinelli si è spento per cause non riconducibili all’attuale emergenza Coronavirus.

Grazie alla creatività di Silvano Cinelli, ricorda una nota, le cui iniziali compongono il nome dell’azienda, Ciesse Piumini è stata la prima realtà a commercializzare le giacche a vento in piuma d’oca e successivamente in goretex, e proprio per questo a diventare leader del settore negli anni ’80-’90, creando dei capispalla iconici destinati a restare nell’immaginario collettivo. Il presidente esecutivo dell’azienda Fabio Primerano saluta e ringrazia a nome di tutti i dipendenti, i collaboratori, gli azionisti, i clienti e i fornitori, “lo storico Papà. Il tuo spirito avventuriero, innovativo ed impavido sarà sempre tra di noi”.