Uomini e donne, Francesca Morana confessa: “Maria mi cacciò perché…”

Francesca Morana è una ex corteggiatrice di Uomini e Donne che nel 2004 fece impazzire tutti i fan con la sua storia d’amore. Dopo 15 anni ha deciso di svelare alcuni retroscena che spiegano la decisione di Maria De Filippi all’epoca, la quale aveva deciso di cacciarla dal programma. Ecco la sua storia.

“Maria mi ha cacciato perché…”

Francesca Morana è stato un personaggio innovativo per Uomini e Donne; fu la prima donna ad essere corteggiata da entrambi i tronisti. In quel momento al trono sedevano Giuseppe Lago e Alberto Forcellini i quali ebbero diverse vicende con lei. Francesca venne scelta da Alberto, ma lei lo rifiutò subito. La donna abbandonò il programma e ritornò come tronista dove poi fece ritorno Giuseppe con il quale visse una bellissima storia d’amore. I due per mettersi alla prova parteciparono a Vero Amore, la prima versione di Temptation Island, ed è lì che la coppia entrò in crisi. Francesca Morana fu accusata di aver tradito Giuseppe con Cristiano Angelucci e vide la sua storia finire in diretta tv, con Giuseppe uscire dal programma insieme a Erminia Castriota.

Francesca Morana ricorda ancora molto bene quei giorni e dichiara che quello non è stato un bel periodo della sua vita. “Se potessi tornare indietro eviterei tutte quelle situazioni ambigue. Una macchia che mi sono portata dietro per anni” afferma la donna in una recente intervista. Poi aggiunge qualcosa riguardo alla storia con Cristiano: “Solo Dio può giudicare. Nessuno era presente in quel momento in cui io ero nella stanza con quella persona. In quella stanza c’eravamo io, lui ed altre persone che hanno dato una falsa testimonianza.” Francesca Morana adesso ha 41 anni, ha una bambina di cui ne va fiera e ha una nuova storia d’amore con un altro uomo che a sua volta ha già un figlio. La voglia di fare una famiglia e di entrare nel mondo del lavoro è veramente forte per Francesca Morana, la quale si forza e va avanti nella sua vita nonostante il passato turbolento.