Manicure fai da te: Consigli sulla rimozione del gel, semi permanente e acrilico

È possibile curare le unghie anche senza andare dall’estetista. La quarantena ci impone di non uscire di casa per cui dobbiamo utilizzare dei metodi fai da te per rimuovere gel, acrilicosemi permanente

La rimozione delle cuticole

Pratica e pazienza sono importanti per arrivare ad avere una certa manualità per curare correttamente le nostre unghie. A tal proposito è cruciale pulire le cuticole. Per fare ciò bisogna limitarsi semplicemente a spingere piano piano le pellicine con un bastoncino in legno d’arancio eliminando solo la pelle in eccesso. Tale bastoncino è un buon alleato della manicure.

Ma il vero problema quando ci adoperiamo a casa con metodi fai da te non è la rimozione delle cuticole bensì la rimozione di smalto semi permanente, acrilico e gel. Qui sotto riportiamo i consigli più utili per non danneggiare le unghie.

Rimozione di gel, semi permanente e acrilico

Rimozione de gel: Rimuovere il gel è un impresa difficile se non si è estetista, sia perché ci vuole abbastanza manualità e sia perché si rischia di rovinare le unghie. Se le unghie sono troppo cresciute il consiglio è quello di accorciarle il più possibile ed eventualmente camuffare la ricrescita utilizzando uno smalto dello stesso colore del gel. Quest’ultimo, essendo formato da solventi non riesce a sciogliersi per cui è difficile la rimozione. Si rimuove solo se è stato applicato un prodotto soakoff. 

Rimozione de semi permanente: Rimuovere il semi permanente da casa si può fare però bisogna essere delicati. Innanzitutto è necessario che vi  muniate di una lima (grana 180) non tropo abrasiva.  Con questa, accorciate prima l’unghia e dopo, sempre limando, eliminate il top coat lucido. Una volta fatto, imbevete di acetone puro un dischetto di cotone e appoggiatelo sull’unghia. Seguite il procedimento su ogni unghia e coprite ognuna con carta stagnola. Lasciate tutto a riposo per 10 minuti. In questo arco di tempo il semi permanente si sarà sciolto e così potrete rimuoverlo. 

Rimozione dell’acrilico: Lo smalto con acrilico è più resistente rispetto al semi permanente però si può rimuovere lo stesso. Basta ripetere il procedimento prima descritto più volte. Per velocizzare il processo si può utilizzare all’inizio una lima più abrasiva.

Cura per le unghie deboli e per le mani

Una volta eliminato il tutto è importante far respirare le unghie. A tal proposito per non renderle più deboli di quelle che già sono potete applicare sulle cuticole olio di jojoba, di mandorle o di cocco. Questo permette alle unghie di mantenere l’elasticità e di non spezzarsi.

Per quanto riguarda le mani, l’idratazione è di vitale importanza. Basta creare un beauty shake. In primis, prendete la vostra crema mani preferita e mettetela in un frigorifero e tiratela fuori dopo due ore. Due cucchiai di questa vanno aggiunti in una ciotola insieme a cinque gocce di olio essenziale di lavanda, un cucchiaio di olio d’oliva e una banana schiacciata. Dopo mescolate tutto con un frullatore fin quando non ottenete un prodotto omogeneo, applicatelo sulle mani e lasciatelo in posa per circa 30 minuti dopo aver indossate dei guanti in gomma.