Lorella Cuccarini irriconoscibile con bigodini e vestaglia: “Il mio sogno era fare la…” [FOTO]

Una carriera incredibile quella di Lorella Cuccarini. Una star assoluta, un’icona, scoperta dal grande Pippo Baudo nel 1985. In questi giorni di quarantena, la ballerina ha voluto condividere con i suoi fan una foto di quando era più giovane. Uno scatto in bianco e nero in cui appare totalmente irriconoscibile.

Lorella Cuccarini irriconoscibile con bigodini e vestaglia [FOTO]

Lorella Cuccarini è senza dubbio la showgirl per antonomasia del nostro Paese. Il suo grande amore è la danza, disciplina che studia sin dalla tenera età di nove anni nella scuola gestita da Enzo Paolo Turchi. Il successo arriva nel 1985, anno in cui Pippo Baudo la vuole come soubrette in “Fantastico 6” e soli due anni dopo viene premiata ‘personaggio femminile dell’anno‘.

In questi giorni di quarantena, la conduttrice ha pubblicato sui social uno scatto in cui appare totalmente irriconoscibile. Lorella ha infatti accettato una sfida dalla collega Paola Perego, in cui è stata invitata a postare sui social una foto in bianco e nero che rappresenti lo scatto peggiore mai effettuato con l’hashtag #lapeggiorfotochallenge.

La Cuccarini ha quindi condiviso un’immagine in cui si mostra giovanissima e sorridente, ma con vestaglia e bigodini in testa. Nella didascalia della foto la ballerina si è rivolta direttamente alla Perego, scrivendo:

“Cara @paolaperego17, ecco la mia risposta alla #peggiorfotochallenge: è una foto d’annata. D’altronde non è un segreto: una delle mie passioni da piccola era fare la parrucchiera, ha scritto, taggando Antonella Clerici, Simona Ventura e Carlo Conti, invitandoli così a pubblicare i loro scatti peggiori.

Dopo aver annunciato una pausa de ‘La vita in diretta’, Lorella Cuccarini e Alberto Matano hanno pubblicato un video in cui hanno mandato un messaggio di solidarietà in questo momento drammatico per il nostro Paese:

Vogliamo mandare un abbraccio a tutti gli operatori sanitari che stanno lavorando, a tutte le persone che sono in quarantena nelle zone rosse, a tutti coloro che stanno lottando per guarire”.