Viaggiare ai tempi del Coronavirus: 13 cose da sapere

Il Coronavirus è un’influenza che sta creando panico e disagi in Italia. Il nostro Paese è la terza nazione più colpita dal virus e questo ha portato alla cancellazione di tutti i viaggi. Il Ministero degli Esteri ha aggiornato le nuove restrizioni che i singoli Paesi  hanno applicato nei confronti dei viaggiatori provenienti dall’Italia.

Il quadro generale

Molti Paesi come Iraq, Turkmenistan, El Salvador, le isole Seychelles hanno bloccato l’accesso ai cittadini italiani. Altri Paesi come Regno Unito, Romania, Malta, Israele, Polonia, Emirati Arabi, India e Croazia hanno imposto una auto-quarantena di 14 giorni a tutti quelli che hanno viaggiato nella zone rosse nell’ultimo periodo, specialmente in Italia. Le zone rosse sono quelle più colpite dal Coronavirus e nella nostra penisola sono 11. Si tratta dei Comuni lombardi di Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini e del Comune di Vo’ Euganeo, in Veneto.

Viaggiare in sicurezza dal Coronavirus

 Esistono 13 punti riassuntivi che spiegano in maniera esaustiva la situazione si vuole intraprendere un viaggio nonostante il pericolo di infezione dal virus:

  1. Rispettivamente Cina, Corea del Sud e Italia sono le tre nazioni più colpite dal Coronavirus. Il 95% dei casi è proveniente dalla nazione cinese
  2. Il Ministero degli Esteri ha indicato su Viaggiaresicuri.it tutte le informazioni relative alle nazioni più colpite dal virus
  3. Su Viaggiaresicuri.it è possibile informarsi riguardo alle restrizioni d’accesso per i viaggiatori italiani
  4.  Per alcuni Paesi esteri, chi arriva dall’Italia è prevista la quarantena
  5. Altri Paesi hanno bloccato l’accesso ai viaggiatori italiani
  6. Se previsto dall’assicurazione, è possibile il rimborso del biglietto aereo per il viaggio cancellato. Se il viaggio è previsto in una zona rossa, il volo viene automaticamente cancellato e rimborsato
  7. Le zone rosse sono i centri dei focolai mentre le zone gialle sono tutte le regioni del Nord Italia
  8. È previsto il divieto di accesso all’interno delle zone rosse mentre per chi è stato a contatto con persone di quelle zone è tenuto a contattare l’Asl che avvierà le disposizioni di contenimento
  9. Non sono previste limitazioni per chi viaggia in Italia ma molti Paesi esteri hanno bloccato l’accesso ai viaggiatori italiani
  10. È possibile prenotare un viaggio, si consiglia di comprare un biglietto aereo che preveda il rimborso in caso di annullamento
  11. Chi ha già prenotato un viaggio per i prossimi mesi, può aggiungere al pacchetto viaggio l’assicurazione che copra l’eventuale annullamento
  12. In caso di viaggio all’estero verificare la sicurezza della propria destinazione e delle possibile limitazioni d’accesso per gli italiani
  13. Per viaggi all’estero, contattare l’autorità Italiana competente e il servizio sanitario locale. Per spostamenti in Italia contattare il medico curante o il servizio di assistenza al numero 1500