Luciana Littizzetto invoca “Santa Barbara dei 400 mila Watt”

Domenica 1 dicembre, durante la scorsa puntata di “Che tempo che fa“, Luciana Littizzetto ha fatto impazzire lo studio in tutti i sensi. Prima il microfono assordante, poi il black out

L’entrata in studio 

E’ entrata in studio per il solito monologo canticchiando e saltellando sulle note di “Sono Luciana, sono una donna, sono una madre…“. Purtroppo, però, l’audio è saltato e ha lasciato spazio a un fastidioso frastuono. Fazio ha ironizzato: “Questo è quello che fa lei”, poi ha mandato la pubblicità. 

Una volta risolto il problema dell’audio, la Littizzetto ha fatto il suo monologo, ma con delle richieste particolari: “Ho bisogno di avere delle luci più potenti in faccia per migliorare, voglio le luci di Barbara d’Urso, Santa Barbara dei 400 mila Watt.”

Ha poi spiegato che: “La bellezza di una donna non dipende solo dal trucco di un artista, ma soprattutto dalle luci“.

Rivolgendosi a Fazio, “Tu con le luci giuste puoi dimostrare 8 anni, con le luci brutte ne dimostri 80. Tipo Gina Lollobrigida con le luci giuste diventa Greta Thunberg”.

“Alla mia parola d’ordine, mettetemi delle luci belle cariche, voglio essere brasata come un’aletta di pollo. La parola d’ordine è ‘Rompete le rughe'”.

E’ stata accontentata e la luce si è fatta sempre più intensa fino a quando è saltato tutto. La conduttrice torinese ha commentato: “Ma veramente è saltata anche la luce? Secondo me ci sabotano“.

Fazio subito pronto e munito della luce dello schermo del cellulare, ha raggiunto il centro dello studio mentre la comica commentava: “Sei tu che mi vuoi oscurare, pirla. C’è qualcuno che ha una pila dei cinesi per caso?”.

Fortunatamente la luce è tornata e la Littizzetto ha potuto completare il suo monologo.

Loading...