Vittorio Sgarbi infuriato a “Vieni da me”: “Le donne devono…”

Entra Vittorio Sgarbi e Caterina Balivo lo fa accomodare su una lavatrice. Balivo lo provoca subito: “Tu fai la lavatrice?” e lui risponde “Io non faccio niente, le donne devono stare a casa e fare le faccende. Io non voglio imparare a fare nulla, non me ne importa”. 

Il dialogo tra i due continua, con la padrona di casa che smorza gli interventi caustici di Sgarbi. Si passa a parlare di Giampiero Mughini e, per un minuto, si tralascia la questione “donne a casa”. Ma la Balivo lo incalza e lo proietta sulle risse, anche verbali, a cui Sgarbi è sicuramente avvezzo.

“Io ho sempre ragione, non sono polemico, semplicemente ho sempre ragione“, aggiunge il critico. Va in onda un filmato che mostra le discussioni più famose di Sgarbi e il suo famoso tormentone: “capra”. 

“Uso capra perché così facendo non mi querelano, ma il messaggio è lo stesso”.

Parlando della famiglia si commenta una frase ambigua che Sgarbi ha detto in riferimento ai figli: “Io sono un genitore, ma non sono una madre. Il figlio è solo della madre. Io non voglio fare il padre, non sarei capace, sono totalmente arcaico, non sarei adatto. Sono felice che i miei figli esistano ma io non sono padre. Il padre ha un unico compito: deve pagare”

Ma non finisce qui, l’ospite fa anche delle avances esplicite alla Balivo: “Tuo marito è divorziato, io non celibe, sarei più adatto per te”.

Loading...
Загрузка...