Sentono rumori provenire dallo sgabuzzino: studenti siciliani terrorizzati

Giovanni e Luca sono 2 studenti fuori sede che si sono trasferiti a Roma per studio. Giovanni ha 24 ed è siciliano, più precisamente di Catania e si trova a Roma per il conseguimento del dottorato in chirurgia estetica, mentre Luca invece ha 23 anni e anche lui è siciliano, ma di Augusta e a differenza del corregionale Giovanni lui studia filosofia.

I due ragazzi siciliani sono a Roma ormai da 2 anni e si sono abituati a convivere con i problemi presenti nella capitale: stazione della metro chiusa, autobus che vanno a fuoco, immondizia per le strade, ma il problema più noioso e brutto sono i continui blackout che di continuo affliggono la loro zona, Ponte lungo.

Giovanni e Luca, vista la frequenza di questi blackout hanno deciso di munirsi di torce, ma non torce banali, sono torce speciali che gli permettono di poter fare molta luce e all’occorrenza fungere anche da generatori per caricare ad esempio le batterie dei computer che gli servono per lavorare e soprattutto dei telefonini che gli servono per restare connessi con il mondo. 

Blackout e paura

Quel giorno Giovanni e Luca escono di casa come tutti i giorni si dirigono alle loro facoltà di appartenenza, ma non sanno ancora che al loro ritorno li aspetterà una sorpresa più che piacevole. Tornati a casa nel pomeriggio i due ragazzi siciliani iniziano a preparare la cena, ma tutto d’un tratto ecco un blackout, niente di nuovo fino a qui, ma stavolta è diverso.

I due ragazzi sento rumori provenire dallo sgabuzzino ed inizialmente hanno paura e non si azzardano ad andare a vedere, fino a quando i vicini non sentono delle urla provenire dal primo piano. I vicini si precipitano immediatamente in soccorso dei ragazzi e li trovano terrorizzati, ma cosa sarà stato a fargli così paura? 2 enormi pipistrelli.

Loading...
Загрузка...