Dawson’s Creek: che fine ha fatto James Van Der Beek

“Dawson’s Creek” è stata una serie televisiva che ha tenuto incollati allo schermo intere generazioni di ragazzi. In tantissimi hanno sognato di poter vivere in prima persona tutte le avventure dei protagonisti. In più bisogna considerare che prima era necessario attendere almeno 24 ore prima di sapere cosa sarebbe successo ai propri beniamini della tv. 

Che fine ha fatto l’attore che interpretava Dawson (James Van Der Beek)?

James Van Der Beek aveva messo da parte gli studi universitari per concentrarsi meglio nell’interpretazione del ruolo di protagonista in “Dawson’s Creek”. Una volta terminate le riprese delle serie tv che ha cambiato la sua carriera, per un po’ ha cambiato rotta, interpretando una parte nel video musicale “Blow” di Ke$ha. Sempre nello stesso anno è poi entrato a far parte del cast della serie televisiva “Non fidarti della st****a dell’interno 23”, dove veste il ruolo di se stesso, ovver il famoso james Van Der Beek, migliore della protagonista Chloe. James oggi ha 42 anni e attulmente è uno dei concorrenti dello show “Dancing with the Stars”, versione americana di “Ballando con le Stelle”.

L’attore ama le famiglie numerose

L’attore, insieme alla moglie Kimberly, ha già cinque figlie: Olivia, 8 anni, Joshua, 7, Annabel Leah, 5, Emilia, 3, e Gwendolyn, 16 mesi. Di rencete ha scritto su Instagram:

Loading...
Загрузка...

“Siamo eccitatissimi di annunciare che un altro piccolo gomitolo di gioia ci ha scelti per diventare la sua famiglia. Abbiamo deciso di fare la prima ecografia accompagnati dalle telecamere di ‘Dancing With The Stars’ anche se non avrei mai pensato che avremmo potuto fare una cosa del genere… ma io e Kimberly in passato avevamo già vissuto tre di questi appuntamenti per poi scoprire che non c’era battito cardiaco e lei voleva condividere questo momento”.

Per lui è un momento speciale perché purtroppo sua moglie aveva avuto degli aborti prima di riuscire a rimanere incinta. Dichiara:

“L’aborto è qualcosa di cui le persone non parlano quasi mai, e che spesso diventa un segreto. Non ci deve però essere nessuna vergogna intorno a una cosa del genere, bisogna darsi il tempo per elaborare il lutto. Abbiamo deciso di fare questa cosa con le telecamere per mostrare a tutti che non c’è niente da nascondere quando capita una cosa del genere e che invece in un momento del genere bisogna chiedere aiuto agli amici e alla famiglia. Noi fortunatamente stavolta ce ne siamo andati piangendo lacrime di gioia”.

 

Загрузка...