Avete mai visto il figlio di Castellitto? Anche lui è una star del cinema

Figlio di Sergio Castellitto e di Margaret Mazzantini, il piccolo Pietro è pronto a camminare con le proprie gambe. Il ragazzo, classe 1991, ha infatti da sempre un sogno: quello di diventare un regista. E negli ultimi giorni si sono concluse le riprese della sua opera prima, I predatori, da lui scritto, diretto e anche interpretato. Prodotto da Fandango e da Rai Cinema, il film arriverà nelle sale italiane nel 2020.

Pietro Castellitto, figlio d’arte

I più invidiosetti lo staranno di certo pensando: facile sfondare nel mondo dello spettacolo quando hai due genitori così famosi come Sergio Castellitto e Margaret Mazzantini. Soprattutto se vuoi farlo nel mondo della scrittura cinematografica, che perfettamente coniuga i mestieri dei due genitori. La verità, però, è che c’è un risvolto della medaglia che in molti non considerano e che grava enormemente sulla testa di quei figli d’arte che vogliono in qualche modo proseguire sulle orme di mamma e papà. Come Pietro. «Il mio cognome – ha spiegato il ragazzo in un’intervista – è quello che è. Certo, sono figlio di uno dei più importanti attori italiani e di una delle più importanti scrittrici italiane, questo vuol dire che parto da 100 e che la cosa più facile è scendere a 99. Insomma, sono tutti lì pronti a dire, “sì, vabbè, è bravo, però…”».

Loading...
Загрузка...

Il suo debutto nel cinema

Con I predatori siamo, è vero, di fronte al primo film di Pietro Castellitto. Ma non è la prima volta che il ragazzo, figlio di Sergio e di Margaret Mazzantini, si ritrova a lavorare nel mondo del cinema. Il primogenito della famiglia (Pietro ha tre fratelli: Maria, 21 anni, Anna, 18 anni, e Cesare, 12 anni) ha esordito sul grande schermo a soli 13 anni nel film di famiglia Non ti muovere. È poi stato parte del cast di È nata una star?, diretto da Lucio Pellegrini, e de La profezia dell’armadillo, trasposizione cinematografica del primo libro a fumetti di Zerocalcare.

Загрузка...