Sean Connery scampa all’Uragano Dorian: “Sono stato fortunato”

L’Uragano Dorian avrebbe potuto avere, tra le sue vittime, anche personaggi del mondo dello spettacolo. Sean Connery è uno di questi. L’attore e produttore cinematografico – che, lo ricordiamo, vanta nel suo palmares un premio Oscar, tre Golden Globe e due Premi Bafta – pur essendo nato ad Edimburgo e profondamente innamorato della terra scozzese, vive ormai da anni alle Bahamas. È qui che insieme a sua moglie, la pittrice Micheline Roquebrune, condivide la propria quotidianità all’interno di una splendida villetta. Che, però, è stata messa in pericolo dall’arrivo del terribile uragano che, nella notte tra domenica 1 e lunedì 2 settembre, ha messo in ginocchio l’arcipelago americano.

Le dichiarazioni di Sean Connery

«Stiamo entrambi bene» ha dichiarato Sean Connery in merito al passaggio dell’Uragano Dorian sulle Bahamas. «Siamo stati fortunati rispetto a molti altri e il danno qui non è stato grande», ha poi continuato. «Ci hanno preparati per la tempesta, tutto era pronto in anticipo. Non stavamo correndo rischi e sapevamo cosa fare: abbiamo agito di conseguenza». Se l’attore e sua moglie, che si sono trasferiti alle Bahamas negli anni Novanta, sono stati così fortunati, lo stesso non si può dire degli altri abitanti dell’isola.

Loading...
Загрузка...

Il bilancio dell’Uragano Dorian

A sole 90 miglia da dove sorge la splendida villa della famiglia di Sean Connery vi è infatti Great Abaco, la zona che è stata più fortemente colpita dall’Uragano Dorian. Qui la situazione è veramente tragica.«L’opinione pubblica purtroppo deve prepararsi a informazioni inimmaginabili sui numeri delle vittime e dei danni alle Bahamas», ha dichiarato il ministro della Sanità dell’arcipelago, Duane Sands. «I soccorritori parlano di centinaia, se non migliaia, di dispersi», ha aggiunto. Il che significa che, oltre alle 30 morti accertate, il bilancio delle vittime della catastrofe naturale potrebbe esponenzialmente e tragicamente crescere. Uno scenario spettrale, se si aggiunge che in tutto l’arcipelago oltre il 50% delle abitazioni è andato distrutto.

Comments

commenti

Загрузка...
Loading...